Esplora l’architettura con Unreal Engine 5: il corso ufficiale e autorizzato da Epic Games che cambierà il tuo approccio al design”.

Benvenuti nel mondo dell’architettura digitale, dove la creatività incontra la potenza di Unreal Engine, la piattaforma all’avanguardia per la visualizzazione e la progettazione di ambienti virtuali. Oggi, siamo entusiasti di presentarvi il corso che cambierà per sempre il modo in cui concepite l’architettura: “Unreal Engine per Architettura”, il corso ufficiale e autorizzato da Epic Games.

Allora, preparatevi a scoprire il corso “EPICO” che vi cambierà la vita: “Unreal Engine per Architettura”, erogato dalla rinomata Immensive Academy.

Immersive Academy rappresenta la prima società del Sud Italia autorizzata da Epic Games stessa all’erogazione dei corsi su Unreal Engine. Questo significa che avrete l’opportunità di imparare da esperti accreditati che hanno una conoscenza approfondita della piattaforma e delle sue funzionalità.

www.immensive.it\academy

Il nostro corso “Unreal Engine per Architettura” vi condurrà attraverso un’avventura entusiasmante nel mondo dell’architettura digitale. Imparerete ad utilizzare gli strumenti di modellazione, a creare ambienti virtuali realistici, a gestire l’illuminazione e a rendere le vostre visualizzazioni architettoniche coinvolgenti ed emozionanti.

Prima di continuare lasci che ti mostri il programma del corso suddiviso in 16 Moduli (Archviz) e 20 (Archviz + VR).

Intanto il corso è rivolto a TUTTI!! Diciamo questo prima di iniziare….

Consulta il Programma dettagliato del corso quì.

Siete pronti a rivoluzionare il modo in cui progettate, visualizzate e comunicate i vostri progetti architettonici? Allora siete nel posto giusto, perché oggi vi presentiamo il corso più innovativo e stimolante del momento: “Unreal Engine per Architettura”.

Immaginate di poter trasformare le vostre idee in spettacolari ambienti virtuali, in cui è possibile passeggiare, esplorare e vivere l’esperienza dei vostri progetti ancora prima che siano realizzati. Questo è esattamente ciò che Unreal Engine, la potente piattaforma di sviluppo di videogiochi, può offrirvi nell’ambito dell’architettura.

Ma non preoccupatevi, non serve essere dei programmatori esperti o degli artisti digitali per poter beneficiare di questa tecnologia all’avanguardia. Il nostro corso “Unreal Engine per Architettura” è stato appositamente progettato per fornirvi tutte le competenze necessarie, dall’introduzione di base alle tecniche avanzate, per padroneggiare l’Unreal Engine e creare spettacolari visualizzazioni architettoniche.

Ecco perché il nostro corso è diverso dagli altri: siamo appassionati di architettura come voi e abbiamo deciso di unire la nostra passione con l’incredibile potenziale di Unreal Engine. Durante le lezioni, vi guideremo attraverso un percorso coinvolgente e pratico, dove imparerete a modellare edifici, a creare materiali realistici, a gestire l’illuminazione e a rendere le vostre scene vive e interattive.

Ma non è tutto! Oltre alle competenze tecniche, affronteremo anche l’aspetto emotivo e comunicativo dell’architettura. Vi insegneremo come utilizzare Unreal Engine per raccontare storie, emozionare i vostri clienti e convincere gli investitori. Conquistare il cuore e la mente delle persone attraverso la potenza delle visualizzazioni architettoniche è ciò che vi permetterà di distinguervi nella vostra carriera.

Ma cosa rende Immersive Academy così speciale? Oltre al prestigio di essere la prima società del Sud Italia autorizzata da Epic Games, siamo fortemente impegnati nel fornire un’esperienza coinvolgente e interattiva ai nostri studenti. Il nostro team di istruttori altamente qualificati combina competenze tecniche con una passione per l’insegnamento, creando un ambiente di apprendimento stimolante e divertente.

E non ci fermiamo qui! Durante il corso, avrete l’opportunità di lavorare su progetti reali, mettendo in pratica le competenze acquisite e affrontando sfide che vi prepareranno per il mondo reale dell’architettura digitale. Avrete anche accesso a una comunità di studenti e professionisti del settore, pronti ad aiutarvi, a condividere idee e a fornirvi supporto durante il vostro percorso di apprendimento.

Immaginate di avere accesso a tutte le risorse, le conoscenze e le competenze necessarie per sfruttare appieno Unreal Engine nel campo dell’architettura. Grazie a questo corso, avrete l’opportunità di apprendere direttamente dai professionisti del settore, esperti di Unreal Engine, che condivideranno con voi le loro migliori pratiche e strategie.

La nostra partnership con Epic Games garantisce che il corso “Unreal Engine per Architettura” sia allineato agli standard più elevati e alle ultime novità della piattaforma. Avrete la certezza di imparare dagli stessi strumenti e processi utilizzati dagli sviluppatori di videogiochi di fama mondiale.

Ma cosa rende questo corso così speciale? Innanzitutto, avrete accesso a tutorial dettagliati e a esercitazioni pratiche che vi guideranno attraverso ogni aspetto di Unreal Engine, dalla modellazione alla creazione di materiali, dall’illuminazione all’animazione e molto altro ancora. Imparerete a creare rendering fotorealistici, a gestire progetti complessi e a presentare i vostri design in modo coinvolgente e convincente.

Inoltre, il corso “Unreal Engine per Architettura” vi offrirà l’opportunità di entrare a far parte di una comunità globale di appassionati di Unreal Engine. Potrete condividere le vostre esperienze, porre domande e collaborare con altri studenti provenienti da tutto il mondo. Questo ambiente di apprendimento condiviso vi permetterà di ampliare la vostra rete professionale e di continuare a crescere anche dopo aver completato il corso.

Per saperne di più ti invito sul sito ufficiale Immensive Academy.

E non dimentichiamo che, al termine del corso, riceverete un certificato ufficiale riconosciuto da Epic Games, che attesterà il vostro livello di competenza nell’utilizzo di Unreal Engine per l’architettura. Questo certificato sarà un’importante aggiunta al vostro curriculum e vi distinguerà come un professionista qualificato e affidabile nel settore.

arch. giovanni messina

Scopri il Corso che Rivoluziona il Mondo dell’Architettura: Unreal Engine 5 per Architetti!

IMMENSIVE ACADEMY

Ciao a tutti, amici! Oggi voglio condividere con voi una notizia davvero entusiasmante. Ho preparato un corso speciale per tutti gli architetti là fuori che sono pronti a portare i loro progetti ad un livello completamente nuovo. Sì, avete indovinato, sto parlando del mio corso su Unreal Engine per Architetti realizzato da un Istruttore Autorizzato Epic Games nell’insegnamento di Unreal Engine.
Epic certifica gli istruttori attraverso l’unicità della Blockchain, adesso puoi verificare direttamente il mio ruolo da quì:
Il mio “Authorized Unreal Engine 5.x Instructor Partner For Epic Games

Immaginate di essere in grado di creare visualizzazioni 3D incredibilmente realistiche dei vostri progetti architettonici. Immaginate di poter mostrare ai vostri clienti non solo un disegno o un modello, ma un’esperienza interattiva, quasi come se fossero lì, nel vostro progetto, prima ancora che sia costruito. Questo è ciò che Unreal Engine può fare per voi.

Unreal Engine è un software di creazione di videogiochi che è stato adattato in molti altri settori, tra cui l’architettura. Con il suo potente motore di rendering in tempo reale, gli architetti possono creare visualizzazioni 3D realistiche e interattive dei loro progetti. Ma non solo, con Unreal Engine è possibile anche creare tour virtuali, rendendo i vostri progetti ancora più impressionanti.

Il mio corso su Unreal Engine per Architetti è progettato per guidarvi passo dopo passo attraverso tutto ciò che dovete sapere per utilizzare questo straordinario strumento. Non importa se non avete mai usato Unreal Engine prima d’ora. Ho strutturato il corso in modo tale che sia facile da seguire anche per i principianti.

Ma non preoccupatevi, se siete già familiari con Unreal Engine, ci sono anche lezioni più avanzate che vi aiuteranno a sfruttare al massimo le potenzialità del software.

Quindi, se siete pronti a portare i vostri progetti architettonici al livello successivo, vi invito a iscrivervi al mio corso su Unreal Engine per Architetti. Non vedo l’ora di vedervi lì e di condividere con voi tutto ciò che ho imparato sull’uso di Unreal Engine in architettura.

Oltre a tutto ciò, il corso offre una fantastica opportunità per connettersi con altri professionisti del settore. Potrete condividere idee, fare brainstorming e risolvere problemi insieme. È un’ottima occasione per fare networking e per imparare gli uni dagli altri.

E ricordate, l’apprendimento non si ferma una volta terminato il corso. Unreal Engine è uno strumento in continua evoluzione, con nuove funzionalità e miglioramenti rilasciati regolarmente. Quindi, una volta che avrete acquisito le competenze di base, ci sarà sempre qualcosa di nuovo da imparare e da esplorare.

Se siete pronti a immergervi nel mondo dell’architettura digitale e a dare vita ai vostri progetti come mai prima d’ora, allora vi invito a unirvi a noi nel corso su Unreal Engine per Architetti. Spero di vedervi lì! Il corso ha la durata di 32 ore e si effettuerà Online su piattaforma dedicata, dai un’occhiata e iscriviti da quì.

Panoramica

Il mio corso su Unreal Engine per Architetti è un’esperienza di apprendimento completa che vi fornirà una solida comprensione di come utilizzare Unreal Engine nella progettazione architettonica. Il corso è diviso in sezioni ben organizzate, ognuna delle quali si concentra su un aspetto specifico di Unreal Engine. Questo vi permetterà di apprendere a vostro ritmo e di concentrarvi sulle aree che vi interessano di più.

Obiettivi formativi

Il corso è stato progettato con l’obiettivo di fornirvi le competenze necessarie per utilizzare Unreal Engine efficacemente nel vostro lavoro di architetti. Alla fine del corso, sarete in grado di:

  1. Comprendere le basi di Unreal Engine e come può essere utilizzato in architettura.
  2. Creare visualizzazioni 3D realistiche dei vostri progetti architettonici.
  3. Creare tour virtuali interattivi dei vostri progetti.
  4. Utilizzare le funzionalità avanzate di Unreal Engine per migliorare ulteriormente le vostre visualizzazioni.

Programma del Corso

Il corso è strutturato in modo tale da coprire tutti gli aspetti di Unreal Engine che sono rilevanti per gli architetti. Ecco una panoramica del programma del corso:

  1. Introduzione ad Unreal Engine: In questa sezione, vi fornirò una panoramica di Unreal Engine e vi mostrerò come installarlo e configurarlo.
  2. Creazione di Visualizzazioni 3D: Qui, vi guiderò attraverso il processo di creazione di visualizzazioni 3D dei vostri progetti architettonici.
  3. Creazione di Tour Virtuali: In questa parte del corso, vi insegnerò come creare tour virtuali interattivi dei vostri progetti.
  4. Funzionalità Avanzate: Infine, esploreremo alcune delle funzionalità più avanzate di Unreal Engine, come il rendering in tempo reale e l’illuminazione dinamica.

Sono davvero entusiasta di questo corso


Corso Unreal Engine 5 per Architetti in Sede

CORSO UNREAL ENGINE 5 AVERSA

Unreal Engine Italia. Ciao, mi chiamo Giovanni Messina e sono Istruttore Autorizzato Unreal Engine e Partner per Epic.

Se sei Architetto e stai visualizzando questo articolo? Probabilmente questo significa che ti interessa l’argomento e, dopo tanto tempo trascorso su software che ti propongono output statici, talvolta di dubbia qualità, hai deciso di fare un vero salto di qualità passando ad Unreal Engine.
Unreal Engine è un motore grafico, o meglio, un software che permette agli sviluppatori di materializzare le proprie visioni, qualsiasi cosa tu voglia rappresentare, in Unreal Engine lo puoi fare. Stiamo parlando di un mondo che spazia dalla rappresentazione del punto alla cinematografia passando per il Gaming, l’Architettura, la Realtà Virtuale, la Realtà Aumentata, la Realtà Mixata, la Produzione di Set Virtuali e molto altro ancora. Il vantaggio di Unreal Engine 5 rispetto alle versioni precedenti deriva dall’implementazione di molti sistemi e procedure che hanno lo scopo di facilitare enormemente il lavoro degli sviluppatori, contribuendo quindi a ridurre i tempi di realizzazione del prodotto

IL CORSO TARGATO IMMENSIVE ACADEMY

Prima di lasciarti al video, dove potrai farti un’idea di quanto imparerai al corso, ti lascio alcune info utili nel caso tu volessi approfondire l’argomento.

Il sito WEB:

https://www.immensive.it/academy/

Unreal Engine 5 il corso per Architetti ed Interior Designers:

https://www.immensive.it/academy/ue5-per-larchitettura/

Durata:

32 hr

Sede:

Aversa (CE). Adiacente Facoltà di Architettura.

Docente:

Arch. Giovanni Messina Autorized Instructor Unreal Engine Partner for Epic

Numero di telefono per info:

+39 3386064547

Programma del Corso:

  • INTRO
  • UNREAL ENGINE 5. WHAT’S NEW
  • UE5. OVERVIEW
  • HOW DO YOU LEARN IN THIS COURSE
  • ATTACHED RESOURCE
  • WHICH SOFTWARE 3D WE CAN USE
  • OPTIMIZE 3D FILE
  • UNIT SETUP
  • DATASMITH EXPORTER
  • ARCHVIZ TEMPLATE
  • HOW TO IMPORT DATASMITH
  • MODIFY AND ADD DATASMITH MODEL
  • AMBIENT AND SUN
  • ANATOMY OF PROJECT
  • FPS TARGET
  • ADDING LIGHTS
  • POST PROCESS VOLUME
  • EDIT IMPORTED MATERIALS
  • NIGHT VIEW
  • QUIXEL BRIDGE
  • MEDIAPLAYER
  • ADDING CAMERAS
  • STILL IMAGE
  • ANIMATION SEQUENCER
  • MOVIE RENDER QUEUE ANIMATION
  • COLLISIONS
  • PLAYER ARCHVIZ
  • CAMERA SHAKE
  • AMBIENT SOUND
  • BLUEPRINT. OVERVIEW
  • BLUEPRINTS. INPUT MAPPING
  • BLUEPRINTS. ADD DOOR INTERACTION
  • BLUEPRINTS. ADD DOOR INTERACTION INPUT
  • BLUEPRINTS. LIGHTS ON/OFF
  • BLUEPRINTS. LAMP ON/OFF
  • BLUEPRINTS. HOW TO CHANGE MATERIALS IN REALTIME
  • BLUEPRINTS. HOW TO CHANGE MATERIALS IN REALTIME UMG
  • BLUEPRINTS. HOW TO ANIMATE WIDGET ELEMENTS
  • BLUEPRINTS. HOW TO CHANGE MATERIALS IN REALTIME
  • BLUEPRINTS. HOW TO TURN TV ON/OFF
  • BLUEPRINTS. COMMON ISSUES IN LUMEN. MIRRORS ON PLANE
  • BLUEPRINTS. SET FOV
  • BLUEPRINTS. CHANGE CAMERA VIEW IN REALTIME
  • BLUEPRINTS. TAKE SCREENSHOT
  • BLUEPRINTS. MATERIALS. MASTER AND INSTANCED (ALL TYPE)
  • EXERCISE IN THE CLASSROOM. HOW TO MAKE FULL INTERACTIVE PROJECT FROM SCRATCH (9 H)

A corredo il discente avrà, a supporto delle lezioni, il seguente materiale:
1.RISORSE ALLEGATE
2.SLIDE POWERPOINT
3.NUMERO 40 VIDEO MP4 DELLA DURATA COMPLESSIVA DI 10,00h
4.FILE ESEGUIBILE PER INSTALLARE L’APPLICAZIONE (La Password sarà fornita al momento dell’iscrizione al corso, per la visualizzazione preregistrata dei video)

Il Video :

arch. Giovanni Messina

Giovanni Messina Unreal Authorized Instructor partner for Epic Games

UAI

Giovanni Messina Unreal Authorized Instructor

Mi chiamo Giovanni Messina e sono architetto dal 1999. Dal 1997 mi occupo dei nuovi sistemi di visualizzazione grafica orientati all’architettura.
Diverse sono le collaborazioni di natura professionale con enti e Università. Da circa dieci anni collaboro con studi e società, per lo più non italiane, che usano engine grafici per la restituzione di ambienti architettonici, e non solo, utilizzando anni di esperienza maturati attraverso l’uso del software Unreal Engine.
Attualmente sono Istruttore Autorizzato e partner Epic Games. Faccio parte di un gruppo di ricerca “Evolving Research” con sede a Trieste dove mi occupo di VR, AR, MR. e WebXR. Sono docente presso Pedago, un ente che si occupa del rilascio di crediti formativi per liberi professionisti.

Stay Tuned

Attualmente sono in fase organizzativa relativamente ai corsi 2022/23 sul territorio nazionale relativi ad Unreal Engine.

Per contattarmi relativamente ai corsi puoi venire sul neonato canale Discord che trovi al seguente indirizzo:

https://discord.gg/tMyE9DkcmG

I miei corsi in itinere e completi.

Attualmente mi sto occupando della formazione Bellucci Srl (Napoli, corso Vitt. Emanuele, 89) e del Laboratorio Architettonico Tix (Bando regione Lazio)

I miei corsi li puoi cercare su www.pedago.it su udemy e sul mio canale Youtube, tutti i riferimenti del caso li trovi sul server Discord. Riporto, nel seguente elenco, i software principali di insegnamento:

  • Unreal Engine Architecture Oriented
  • 3ds max
  • 3ds max + Vray
  • Lumion
  • Twinmotion
  • Illuminotecnica

architetto giovanni messina

Il metaverso. WEB 3.0. Ti mostro il mio sito VR in Multiplayer!

my VR web site

Il metaverso

Siamo nel web 3.0, puoi chiamarla “Era Metaversale” se vuoi. Immagina di navigare un’ambiente appositamente progettatto attraverso un comodo link., oppure di creare un sito internet immersivo in VR. Ti basta indossare un visore ed il gioco è fatto.

Ricordati che per realizzare strutture “Metaversali” è giusto affidarsi a professionisti del settore, infatti, anche se sei pratico di software in realtime, penso ad Unreal Engine o Unity, potresti aver bisogno di studiare Javascript e librerie appropriate come three.js.

Questo mondo, nel momento in cui scrivo questo articolo e facendo riferimento alla velocità del web attuale, ha bisogno inoltre di modelli ottimizzati dove concetti come “cottura delle mappe” (Bake Map) o della luce (Bake lighting) diventano cruciali per una resa ottimale e tendente al realismo, specie se questi concetti vengono orientati all’Architettura. Anche l’occhio, specie quì, vuole la sua parte.

Di seguito ti mostro il mio sito VR, ancora “Under Construction“, ma che rende l’idea del metaverso.

Persone che si incontrano in un posto dove possono mostrare i lavori realizzati, gallerie d’arte, operazioni chirurgiche e molto altro. Insomma, è possibile condividere tutto.

Se vuoi incontrarmi ti basta entrare nell’app, ti ricordo che è fortemente consigliato l’uso del visore VR (Oculus Quest 1/2), e cliccare su Join. Probabilmente mi trovi in giro.

Il link:

https://www.giovannimessina.blog/metaverse/

Ci si vede in giro per il Web 3.0

Prepararsi al Metaverso.

Che cos’è il METAVERSO?

In una certa misura, parlare di cosa significhi “metaverso” è un po’ come discutere di cosa significava “internet” negli anni “70/80”. Gli elementi costitutivi di una nuova forma di comunicazione erano in fase di costruzione, ma nessuno poteva davvero sapere come sarebbe stata la realtà.
Dunque, che cos’è il metaverso? E’ il futuro di Internet? Oppure è un videogioco?. È difficile da dire.
Per aiutarti a capire quanto possa essere vago e complesso un termine “metaverso“, ecco un esercizio da provare: sostituisci mentalmente il termine “metaverso” con “cyberspazio“. Il novanta per cento delle volte, il significato non cambierà sostanzialmente.

Questo perché il termine non si riferisce a nessun tipo specifico di tecnologia, ma piuttosto a un ampio cambiamento nel modo in cui interagiamo con la tecnologia. In generale, le tecnologie che compongono il metaverso possono includere la realtà virtuale, caratterizzata da mondi virtuali persistenti che continuano a esistere anche quando non stai giocando, così come la realtà aumentata che combina aspetti del mondo digitale e fisico. Tuttavia, non è necessario che tali spazi siano accessibili esclusivamente tramite VR o AR. Un mondo virtuale, come aspetti di Fortnite a cui è possibile accedere tramite PC, console di gioco e persino telefoni, potrebbero essere “metaversali“.

Tutto ciò si traduce anche in un’economia digitale, in cui gli utenti possono creare, acquistare e vendere beni, attraverso una moneta (decentralizzata?) che si scontrerebbe con l’altro enorme business di questi giorni, gli NFTs. E, nelle visioni più idealistiche del metaverso, esso dovrebbe essere interoperabile, permettendoci di portare oggetti virtuali come vestiti o automobili da una piattaforma all’altra. Nel mondo reale, puoi comprare una maglietta al centro commerciale e poi indossarla al cinema. In questo momento, la maggior parte delle piattaforme ha identità virtuali, avatar e inventari legati a una sola piattaforma, ma un metaverso potrebbe permetterti di creare una persona virtuale da portare ovunque con la stessa facilità con cui puoi copiare la tua immagine del profilo da un social network a altro. (Figo no?).

È difficile analizzare cosa significhi tutto questo, i tempi non sono del tutto maturi, ma credo, almeno nella mia visione, che potrebbe avere buona parte di elementi di un videogioco VR.

Quest’ultima ipotesi, quella del videogioco, a mio modo di vedere, non va troppo lontano dal concetto di “metaverso”. Si, se ci pensi, l’aspetto squisitamente ludico, di intrattenimento, o meglio ancora come direbbero i bravi, di immersività, lo fa assomigliare maledettamente ad un marketplace VR, dove, un giorno non molto lontano, potremmo scansire con precisione millimetrica il nostro corpo, tramutando lo stesso in un modello 3d, indossare un device VR, entrare in un negozio virtuale e, vederci addosso un intera collezione per poi scegliere un modello che, di fatto, già abbiamo misurato (senza possibilità di RESO) e aspettare solo che lo stesso ci arrivi bello e confezionato a casa.

Giovanni Messina

Ebbene, dire che Fortnite è “il metaverso” sarebbe un po’ come dire che Google è “Internet“. Anche se tu potessi, in teoria, trascorrere molto tempo a Fortnite, socializzando, comprando cose, imparando e giocando, ciò non significa necessariamente che comprenda l’intero ambito del metaverso. D’altra parte, proprio come sarebbe corretto dire che Google costruisce parti di Internet, dai data center fisici ai livelli di sicurezza, è altrettanto accurato dire che il creatore di Fortnite Epic Games sta costruendo parti del metaverso. E non è l’unica azienda a farlo. Parte di quel lavoro sarà svolto da giganti della tecnologia come Microsoft e Facebook, l’ultimo dei quali è stato recentemente rinominato Meta per riflettere questo lavoro, anche se non siamo ancora del tutto abituati al nome. Molte altre aziende assortite, tra cui Nvidia, Unity, Roblox e persino Snap, stanno tutte lavorando alla costruzione dell’infrastruttura che potrebbe diventare il metaverso.
È a questo punto che la maggior parte delle discussioni su cosa comporta il metaverso iniziano a fare “acqua“. Abbiamo un vago senso di ciò che attualmente esistono cose che potremmo chiamare il metaverso, e sappiamo quali aziende stanno investendo nell’idea, ma non sappiamo ancora di cosa si tratta. Facebook, pardon, Meta, non si riesce ancora a capire, forse includerà case finte in cui puoi invitare tutti i tuoi amici a uscire. Microsoft sembra pensare che potrebbe coinvolgere sale riunioni virtuali per formare nuovi assunti o chattare con i tuoi colleghi remoti. Insomma sembrerebbero delle cose già esistenti ma aggravate dall’elemento di cui prima: l’immersività.

A proposito di Meta(verso).

Ad un certo punto durante la presentazione di Meta sul metaverso, la compagnia ha mostrato uno scenario in cui una giovane donna è seduta sul suo divano mentre scorre Instagram quando vede un video pubblicato da un’amica di un concerto che sta accadendo dall’altra parte del mondo. Il video passa quindi al concerto, dove la donna appare in un ologramma in stile Avengers. È in grado di stabilire un contatto visivo con la sua amica che è fisicamente lì, entrambi sono in grado di ascoltare il concerto e possono vedere un testo fluttuante in bilico sopra il palco. Sembra interessante, ma non sta davvero pubblicizzando un prodotto reale, e nemmeno un possibile futuro. In effetti, ci porta al problema più grande con “il metaverso”.

Con il metaverso, ci sono alcuni nuovi elementi costitutivi, come la possibilità di ospitare centinaia di persone in una singola istanza di un server (idealmente le versioni future di un metaverse saranno in grado di gestire migliaia o addirittura milioni di persone contemporaneamente), o strumenti di rilevamento del movimento in grado di distinguere dove sta guardando una persona o dove sono le sue mani. Queste nuove tecnologie possono essere molto eccitanti e sembrare futuristiche.
Quindi, come fanno le aziende tecnologiche a mostrare l’idea della loro tecnologia senza mostrare la realtà di cuffie ingombranti e occhiali stupidi? Finora la loro soluzione principale sembra essere semplicemente quella di fabbricare la tecnologia. Probabilmente, la donna olografica della presentazione di Meta, odio frantumare le illusioni, non è possibile mostrarla nemmeno con versioni più avanzate della tecnologia esistente. Quindi, a mio modo di vedere, esiste una distorsione di tutto in questo periodo, e alcuni video-presentazione vanno presi con le molle, è facile mostrare elementi accattivanti ma poi non facilmente orientabili al mainstream.

Un’altra delle demo di Meta mostrava personaggi che fluttuavano nello spazio: questa persona è legata a un’attrezzatura aerea immersiva o è semplicemente seduta a una scrivania? Una persona rappresentata da un ologramma: questa persona ha un auricolare e, in tal caso, come viene scansionata la sua faccia? E a volte, una persona afferra oggetti virtuali ma poi tiene quegli oggetti in quelle che sembrano essere le loro mani fisiche. Insomma, a mio modo di vedere, molta di quella roba potrebbe essere fuffa.

Gli Assets del Metaverso.

Bene, ora, non solo Meta sta prendendo quella direzione, come detto in precedenza molte aziende stanno costruendo il proprio metaverso di distribuzione. Utilizzando una tecnica sculpture attraverso un algoritmo che sto creando e mettendo a punto, ho cercato di riprodurre degli assets ideali sfruttando le tecnologie di cui disponiamo adesso ( Quest 2 al momento) per creare degli NFT’s.

Il concetto di Assets verso un device Vr dovrebbe, per non rischiare un sovraffollamento di dati del metaverso stesso, essere leggero in termini di peso, e dare un valore aggiunto al proprio piccolo pezzo di metaverso. Degli assets che pesano poco più di 3 mb (un immagine raster o povo più) e che quindi non rischiano, se inseriti in ambienti funzionali, di aggravare sulla restituzione Vr di un ambiente.

La mia prima collezione di NFTs.

Un giorno, quando avrai il tuo pezzo di metaverso, e se hai letto l’intero articolo probabilmente ti affascina questo mondo, valuta pure di appendere al muro, quello virtuale ovviamente, una delle mie sculture di cui ti porto degli esempi:

https://sketchfab.com/3d-models/0003-antonio-de-curtis-67ca676f49084227ad47915f2d852d82
https://sketchfab.com/3d-models/0023-walter-mattaw-0d8097aa76b64c26b8cbea564a0432fc

arch. giovanni messina

I Miei riferimenti:

IL MIO BLOG

https://www.giovannimessina.blog/

TELEGRAM

https://www.t.me/ssinagiovanni

LA PAGINA FACEBOOK GIOVANNI MESSINA

https://www.facebook.com/blog.giovanni.messina/

LA PAGINA DEI SERVIZI CHE OFFRIAMO-

https://www.facebook.com/UEArchIT

ISCRIVITI AL CANALE YOUTUBE

https://www.youtube.com/channel/UCW81XEFHpbCcAWo6yZVYnBA/?sub_confirmation=1

IL GRUPPO PER GLI EVENTI FACEBOOK

https://www.facebook.com/groups/417522509545174

IL GRUPPO -UNREAL ENGINE ITALIA-

https://www.facebook.com/groups/unrealengineita

LINKEDIN

https://www.linkedin.com/in/arkvisual

TWITTER

GITHUB

https://github.com/jiomex

INSTAGRAM

https://www.instagram.com/architettogiovannimessina/

PENSANO DI ME

https://www.virtualvernissage.com/giovanni-messina-maestro-delle-architetture-immersive/

DISCORD

https://discord.gg/shsTbHbTbBQ

arch. Giovanni Messina

Virtual Gallery Art. VR Desktop e Mobile.

Giovanni Messina Blog

Virtual Gallery Art

Sei sei qui sei interessato all’argomento Galleria d’arte virtuale. Cercherò di spiegarti cosa, secondo il mio modesto parere, significa possedere una Galleria D’Arte online di qualità.

Intanto, se sei un’artista e vuoi pubblicare le tue opere in uno stazio virtuale, quello che posso consigliarti, è di creare un’ambiente accogliente ed interattivo, in modo che le persone che entrano nel tuo spazio, siano catturate anche, ma direi soprattutto, dall’esperienza globale.

Affidarsi a servizi online, lascia il tempo che trova. Esperienze simili, spesso piatte e senza alcun coinvolgimento e immersività interattiva.

Ad ogni modo, nel caso volessi affidarti a servizi online, molti professionisti fanno affidamento a Kunmatrix, il link lo trovi di seguito:

https://artspaces.kunstmatrix.com

Se hai bisogno invece di un’app che sia fruibile e distribuibile verso la Realtà Virtuale, il Desktop, il Mobile e il Web in Pixelstreaming, allora avrai bisogno di un professionista per la realizzazione.

Di seguito ti mostro la mia Gallery Art in VR, Desktop e Mobile:

Come ho realizzato la mia Galleria d’Arte Virtuale?

La mia Gallery Art è stata realizzata interamente dal sottoscritto, in Unreal Engine . Unreal Engine, per chi non lo conoscesse, è uno dei Software più attrezzati, per realizzare questi tipi di Progetto. Software infinito, e per questo, dalle potenzialità infinite spaziando dalla realizzazione del punto alle realizzazioni cinematografiche.

A cosa servono le gallerie d’arte virtuali ?

Oggi, più che mai nella storia, un’artista ha il bisogno di esporre le proprie opere. La possibilità di vendere le proprie opere online, è aumentata esponenzialmente dall’avvento degli NFT. Tutti pazzi per gli NFT. Se non conosci questo mondo ti aiuto a capirlo in questo articolo.

Perchè gli spazi espositivi dovrebbero essere interattivi?

Come nelle gallerie “Reali”, anche quelle virtuali dovrebbero essere un luogo dove muoversi dinamicamente ed essere circondati da elementi di contesto e di interazione. Ad esempio, nella mia galleria d’arte, puoi fermarti a guardare un film in 3d che, stesso io, mi occupo di mandare in streaming.

Quindi puoi passeggiare (L’esperienza completa in Realtà Virtuale), puoi guardarti i dipinti in 3d, ricostruiti totalmente in 3d attraverso accurate “Depth Map”, chiacchierare con altri che entrano in Multiplayer, guardare un film, guardare l’acquario stereoscopico e tanto altro. Tutto questo ti cattura e ti rimane incollato all’esperienza. Insomma una Galleria D’arte in VR deve differenziarsi e darti l’effetto WOW!!

Perchè in VR?

A questa domanda ti rispondo subito e senza indugi. Non esiste al mondo, per questo genere di cose, un’esperienza migliore della realtà virtuale. La realtà virtuale, simulando il mondo reale, è l’esperienza che più tiene incollato lo spettatore allo spazio fisico che lo circonda, fino a confondere, e credetemi, il reale con il virtuale. Se ti interessa approfondire ti demando ad una mia intervista a Virtual Vernissage in questo articolo.

Come immagini il futuro delle Galleria D’arte Virtuali?

Le gallerie d’arte virtuali saranno sempre più ricercate, con l’arrivo imminente, e più maturo, del Metaverso non è ormai più difficile immaginare il futuro. Persone che parlano, si muovono, esattamente come negli spazi fisici, guardano film, commentano opere, tutti insieme nel contenitore virtuale, e in un tempo non molto lontano, saremo presenti più nel virtuale che nel reale. (Se volessimo considerare il PC e i vari device, direi che già lo facciamo. Roba da NERD).

La mia collezione di opere su OpenSea

Se vuoi dare un’occhiata la trovi quì : https://opensea.io/Arkpuntozero

I Miei riferimenti:

IL MIO BLOG

https://www.giovannimessina.blog/

TELEGRAM

https://www.t.me/ssinagiovanni

LA PAGINA FACEBOOK GIOVANNI MESSINA

https://www.facebook.com/blog.giovanni.messina/

LA PAGINA DEI SERVIZI CHE OFFRIAMO-

https://www.facebook.com/UEArchIT

ISCRIVITI AL CANALE YOUTUBE

https://www.youtube.com/channel/UCW81XEFHpbCcAWo6yZVYnBA/?sub_confirmation=1

IL GRUPPO PER GLI EVENTI FACEBOOK

https://www.facebook.com/groups/417522509545174

IL GRUPPO -UNREAL ENGINE ITALIA-

https://www.facebook.com/groups/unrealengineita

LINKEDIN

https://www.linkedin.com/in/arkvisual

TWITTER

GITHUB

https://github.com/jiomex

INSTAGRAM

https://www.instagram.com/architettogiovannimessina/

PENSANO DI ME

https://www.virtualvernissage.com/giovanni-messina-maestro-delle-architetture-immersive/

DISCORD

https://discord.gg/shsTbHbTbBQ

arch. Giovanni Messina

NFT la mia prima collezione su Opensea.

Giovanni Messina Blog

Non Fungible Token

Era un pò di tempo che pensavo di entrare nel mondo NFT, non avevo ancora preso una decisione quando mi sono detto: “MA IO SONO IL DIGITALE !!”

Certo, nella mia vita ho sempre speso il mio tempo nell’informatizzazione di tutto quanto fosse materializzabile attraverso un disegno. Prima le immagini statiche, poi i video, poi il Real-Time fino alle VR AR e MR come, quest’ultime, costruttori di esperienze.

Ora, bisognava testare questo mondo, tanto affascinante quanto complesso, e dare corpo ad un progetto.

Ma facciamo un passo indietro. Hai mai sentito parlare di NFT?

Se non hai ancora sentito parlare di NFT, nei prossimi anni sicurmente avrai modo di incrociarli, qualsiasi sia il tuo campo. Questa tecnologia è un po’ sbalorditiva nel senso che è così semplice ma rivoluzionaria. Gli NFT cambieranno il modo in cui trasmettiamo i dati e ci connettiamo tra loro. La comunità NFT sta crescendo ora più velocemente che mai.

Oggi voglio discutere di cosa sia un NFT e perché questa tecnologia sta crescendo così rapidamente. bene iniziamo!

Cosa sono gli NFT?

Gli NFT, noti anche come token non fungibili, sono un’unità di dati archiviata nella tecnologia blockchain. Questi dati vengono solitamente archiviati in un’opera d’arte contenente accesso esclusivo . Non aver paura, il concetto di base è molto semplice. Sostanzialmente esistono beni Fungibili, come le banconote ad esempio, e beni non fungibili, come un’opera d’arte ad esempio. Se io scambiassi con te 10,00€, lo potrei fare, il valore resterebbe 10,00€, ma se volessi scambiare la “Mona Lisa” che ho nel mio ufficio con quella del Louvre, questo rappresenterebbe un GROSSO problema. La Gioconda, quella di Leonardo, è unica. Puoi farne quante stampe vuoi, o affidarti ad un’eccellente pittore per restituirne una copia, sempre una copia resterà. Il valore dell’artista, della storia e tutto quanto orbita intorno all’opera non lo possiamo scambiare, per questo, non fungibile.

A cosa servono gli NFT?

Gli NFT sono token che possono consentire l’accesso a contenuti esclusivi, prodotti futuri, premi o eventi. Ogni NFT, a seconda di come viene utilizzata dal venditore, può sbloccare diversi livelli di accesso all’abbonamento. Questo è il motivo per cui gli NFT sono solitamente così costosi.

Quindi, c’è da pensare che gli NFT cambieranno il mondo?, Mi riferisco non solo al digitale. Gli NFT stanno eliminando gli intermediari. Ora puoi vendere NFT direttamente senza distribuire biglietti al tuo pubblico o alla tua comunità. Gli imprenditori e gli imprenditori saranno quelli che trarranno vantaggio da questa tecnologia blockchain. Gli NFT consentiranno anche ai creatori di contenuti di connettersi con la community e vendere token per contenuti esclusivi e creare un’arte unica da quel creatore di contenuti specifico. Queste opere d’arte sono progettate in modo da non poterle copiare o duplicare. Sono stati originariamente creati per proteggere o proteggere il lavoro degli artisti. Ciò significa che solo una persona potrebbe possedere l’originale o alcune persone potrebbero possedere parte di una raccolta scarsa di quell’artista o creatore di contenuti. Gli NFT stanno cambiando il nostro mondo in base al modo in cui comunichiamo tra loro e trasmettiamo informazioni. Per i consumatori, può essere un ottimo modo per mantenere qualcosa di molto personale e speciale dai tuoi creatori di contenuti preferiti.

Come si acquistano NFT?

Poiché gli NFT sono token basati su Ethereum, la maggior parte dei mercati accetta solo ETH come forma di pagamento. OpenSea è il primo e più grande mercato NFT al mondo. Chiunque può creare e acquistare NFT qui, anche se non sei un creatore di contenuti o non hai alcuna conoscenza della tecnologia blockchain. Puoi accedere ad OpenSea da questo link.

Gli NFT possono aumentare di valore?

Se sei un collezionista, è molto probabile che stai costruendo un portafoglio che potrebbe aumentare di valore nel corso di alcuni mesi o alcuni anni. Gli NFT hanno sicuramente il potenziale per aumentare di valore a seconda di chi sia il creatore. Non sai mai fino a che punto andrà questo determinato creatore di contenuti o chi un giorno influenzerà la società. L’acquisto di un NFT oggi, potrebbe rivelarsi un’opera d’arte rara in futuro. Andiamoci sempre con le “Molle” mi raccomando, e se sei completamente a digiuno su queste tematiche, ti consiglio di approfondire attraverso il WEB che è zeppo di informazioni, e, altro consiglio, cerca di frequentare una “Rete” pulita in quanto, nel mondo delle Crypto, esiste tutta una serie di “Venditori di Fumo”.

Gli NFT diventeranno mainstream?

La mia opinione personale è che lo diventeranno. La comunità NFT cresce ogni giorno e man mano che sempre più creatori di contenuti trovano il modo di fornire più valore alle loro comunità, le NFT continueranno a essere una fonte di esclusività e connessione.

La mia Collezione.

Ecco, ora veniamo alla parte più interessante, dal mio punto di vista insomma. Nella mia piccola collezione, ho cercato sempre di ispirarmi ad un tema, un contenuto, un personaggio, insomma, ho cercato di raccontare una storia attraverso una “Tavoletta Scolpita”. Di seguito puoi trovare alcuni esempi.

Lady Diana 3d Sculpt

[3d_viewer id=’1218′]

Bill Gates (Pandemic Theme)

[3d_viewer id=’1247′]

Pandemic Theme

[3d_viewer id=’1229′]

La mia collezione su OpenSea

L’intera collezione puoi trovarla su OpenSea al seguente indirizzo: https://opensea.io/Arkpuntozero

I Miei riferimenti:

IL MIO BLOG

https://www.giovannimessina.blog/

TELEGRAM

https://www.t.me/ssinagiovanni

LA PAGINA FACEBOOK GIOVANNI MESSINA

https://www.facebook.com/blog.giovanni.messina/

LA PAGINA DEI SERVIZI CHE OFFRIAMO-

https://www.facebook.com/UEArchIT

ISCRIVITI AL CANALE YOUTUBE

https://www.youtube.com/channel/UCW81XEFHpbCcAWo6yZVYnBA/?sub_confirmation=1

IL GRUPPO PER GLI EVENTI FACEBOOK

https://www.facebook.com/groups/417522509545174

IL GRUPPO -UNREAL ENGINE ITALIA-

https://www.facebook.com/groups/unrealengineita

LINKEDIN

https://www.linkedin.com/in/arkvisual

TWITTER

GITHUB

https://github.com/jiomex

INSTAGRAM

https://www.instagram.com/architettogiovannimessina/

PENSANO DI ME

https://www.virtualvernissage.com/giovanni-messina-maestro-delle-architetture-immersive/

DISCORD

https://discord.gg/shsTbHbTbBQ

arch. Giovanni Messina

TUTTI PAZZI PER GLI NFT (Non Fungible tokens)

Non Fungible tokens

Non Fungible Tokens. “Non fungibile” più o meno significa che è unico e non può essere sostituito con qualcos’altro. Ad esempio, un bitcoin è fungibile: scambia uno con un altro bitcoin e avrai esattamente la stessa cosa. Tuttavia, una carta collezionabile unica nel suo genere non è fungibile. Se lo scambiassi per una carta diversa, avresti qualcosa di completamente diverso. Spieghiamo meglio questo concetto. Se venissi da te a chiederti un prestito di 10,00€ dicendoti di restituirteli l’indomani, avrei ottenuto uno scambio fungibile, cioè l’indomani ti restituirei un’altra banconota da 10,00€, anche diversa da quella originaria, e tutto filerebbe liscio. Di banconote da 10,00€ ne è pieno il mondo. Possedere una foto, o una copia identica, della gioconda di Leonardo, non vuol dire avere la Gioconda di Leonardo. Il valore è nell’unicità della copia, e per questo, non è fungibile.

Se sei un’artista, ad esempio, potresti essere interessato agli NFT perché ti dà un modo per vendere un lavoro che altrimenti potrebbe non essere un gran mercato. Se ti viene in mente un’idea interessante, cosa hai intenzione di fare? Vendi su iMessage App Store? Non c’è modo.

Inoltre, gli NFT hanno una funzione che puoi abilitare che ti pagherà una percentuale ogni volta che l’NFT viene venduto o cambia di mano, assicurandoti che se il tuo lavoro diventa super popolare e palloncini di valore, vedrai alcuni di quel vantaggio.

I miei primi NFT

I miei primi NFT li puoi trovare quì: https://mintable.app/u/arkpuntozero

Arkpuntozero

ARCHITETTURA DIGITALE CLUBHOUSE CLUB

AD

ARCHITETTURA DIGITALE CLUBHOUSE CLUB

Clubhouse. Ciao, se stai leggendo questo articolo conoscerai il social del momento basato esclusivamente sulla voce.

Iscriviti al Club Architettura Digitale su ClubHouse (Da solo non potrei mai farcela), ho bisogno di Moderatori e Co-Amministratori.
Se rispettiamo questo regolamento possiamo costruire una Community che si occupa di Architettura e che abbraccia trasversalmente tutti i campi, orientando tutto al DIGITALE.
Se sei un utente del Melafonino (per adesso ma a breve avremo anche l’App per Android) e se seguirai a leggermi, capirai come posso portarti in Clubhouse offrendoti un invito, basta rispettare una sorta di REGOLAMENTO.

ISCRIVITI AL CLUB VIENI SU TELEGRAM

Per avere l’invito vieni a questo indirizzo Telegram.

REGOLAMENTO:
1.Lascia il tuo numero di telefono (Mi occuperò io di aggiungerti)
2.Avrai Accesso alla piattaforma. (Se sei un utente IOs, altrimenti ti spiego come fare quì .
3.La mia disponibilità di inviti non è infinita, ragion per cui, una volta dentro, ti verranno attribuiti due inviti, e dopo poco altri tre per un totale di cinque inviti di cui tre devono essere messi a disposizione degli utenti in questo spazio (Riceverai da me 3 numeri di cellulare che dovrai aggiungere, e qualora lo vorrai, nel caso anche successivamente dovessi avere accesso ad altri inviti, sarebbe cosa gradita utilizzarli per il CLUB), quindi ti girerò i numeri da attivare, è molto semplice farlo.

Se ti va cercami a questo nick @Arkpuntozero

Ci proviamo insieme? Proviamoci subito, la piattaforma è ancora in una prima fase, proviamo a costruire insieme un Club.

Se vuoi seguirmi su ClubHouse cercami: @Arkpuntozero (giovanni messina).

Sed vuoi far parte del Club ti invito a cliccare di seguito: ISCRIVITI AL CLUB

Se vuoi sapere di cosa mi occupo, vieni sul canale Telegram:
https://www.t.me/ssinagiovanni

arch. Giovanni Messina

Giovanni Messina. Maestro delle architetture immersive.

gm

La mia intervista a Mario Gerosa. Virtualvernissage.com.

Giovanni Messina, maestro delle architetture immersive

Chi è Mario Gerosa?
Fonte (http://www.zam.it/biografia_Mario_Gerosa)

Mario Gerosa, nato il 20 giugno 1963 a Milano, è giornalista e scrittore. Si è laureato nel 1987 in architettura al Politecnico di Milano, con una tesi sui luoghi immaginari di “Alla ricerca del tempo perduto” di Marcel Proust. A 24 anni ha vinto il Premio Pasinetti-Cinema Nuovo con un saggio sugli attori di Luchino Visconti. Nel 1989 ha ideato e curato la mostra “Proust au Grand Hotel de Balbec” (Palazzo Sormani, Milano), dedicata al grand hotel immaginario della Recherche.

Nel 1991 ha ideato e curato la mostra “Le camere del delitto. Gli interni mentali di John Dickson Carr” (Mysfest, Cattolica), dedicata agli ambienti dei gialli legati ai “delitti della camera chiusa”. Nel 2008 ha ideato e curato “Rinascimento virtuale”, la prima mostra sull’arte di Second Life realizzata in un museo, allestita al Museo di Storia Naturale di Firenze. Nel 1992 e nel 1993 ha scritto con Alfredo Castelli, l’autore di Martin Mystère, “Le dimore mysteriose” e “La cineteca mysteriosa”. Ha pubblicato “Mondi virtuali” (Castelvecchi, 2006), “Second Life” (Meltemi, 2007), “Rinascimento virtuale” (Meltemi,2008), Il cinema di Terence Young (Il Foglio letterario, 2009). Nel 2006 ha stilato la “Convenzione per la salvaguardia del patrimonio architettonico virtuale” e ha fondato Synthravels, la prima agenzia di viaggi per tour nei mondi virtuali.

Nello stesso anno è stato delegato per l’Europa per Second Life per le Kuurian Expeditions, le spedizioni scientifiche nei mondi virtuali ideate da Edward Castronova. E’ membro dell’OMNSH, Observatoire des mondes numériques en sciences humaines di Parigi. Attualmente è caporedattore di AD Architectural Digest. Nell’anno accademico 2007/2008 è stato professore a contratto di Comunicazione del paesaggio alla Facoltà di Architettura del Politecnico di Milano e ha fatto parte delle commissione per una tesi della Columbia University di New York. Dal 2008 insegna Multimedia e paesaggi virtuali alla Facoltà di Architettura del Politecnico di Milano.

Architetto Giovanni Messina

Corso di Unreal Engine Online

Unreal Engine Event

Corso di Unreal Engine Online. Unreal si mette la maschera.

di Giovanni Messina

La serie di 10 eventi denominata “Unreal Si Mette La Maschera”, e partita nella giornata di Carnevale 2021, ha come scopo finale quello di guidarti verso la realizzazione di un progetto completo per la Visualizzazione Architettonica Interattiva in Teal-Time, usando quello che, per antonomasia, è il software che più di tutti si è fatto strada in questo campo, ovviamente parlo di Unreal Engine.

L’idea pratica è quella di portare un modello architettonico realizzato in MAX, quindi in formato max, e partire da questo per attraversare in modo trasversale, tutte le fasi e le problematiche relative all’intero processo di esportazione, elaborazione in Unreal Engine e Programmazione.

Tutti gli eventi LIVE saranno registrati ed inseriti nella sezione “Abbonamenti” del canale youtube dell’autore. Gli eventi avranno cadenza settimanale a partire da martedì 16 Febbraio 2021, giornata di Carnevale appunto, alle ore 18.00. Per abbonarti al canale Youtube puoi farlo cliccando di seguito: Abbonati al canale.

Il numero complessivi di Episodi è 10. I partecipanti verranno invitati a partecipare ai successivi eventi ad un prezzo che va dai 2,00€ ai 5,00€, prezzo indicativo e che copre appena l’investimento fatto per l’inserzione pubblicitaria. La durata dell’evento è stimata in 1h e 30 min, ed è prevista una pausa di 10 min ogni 60 min di live.

Unreal si mette in maschera!! Lista Eventi Disponibili:

#Evento 01: https://fb.me/e/xMBH4GOH

#Evento 02 :https://fb.me/e/3WtwqdOuY

#Evento 03: https://fb.me/e/21DO7A3RU

Software Necessari:
Unreal Engine aggiornato all’ultima versione.
3ds max 2018 o superiori.

Programma fino al Terzo Evento che si terrà martedì 02/03/2021 ore 20.00.

UNREAL SI METTE LA MASCHERA- 2021:

✓ UNREAL SI METTE LA MASCHERA- 2021
✓ #01-EVENTO 16/02/2021
✓ LE RISORSE ALLEGATE
✓ Configurare la cartella di progetto in MAX
✓ IL FILE MAX
✓ Considerazioni sul file MAX
✓ UNWRAPPING E LIGHTMAPS
✓ Creare una Static Mesh pronta per Unreal
✓ Canale Lightmaps
✓ Generate Lightmap UVs
✓ Unwrapping Box- La mappa perfetta
✓ L’overlapping
✓ Simuliamo L’overlapping
✓ MR. DATASMITH
✓ Il modello MAX e problematiche relative.
✓ Il plug-in aggiornato MAX – DATASMITH
✓ Considerazioni sull’esportazione in Datasmith
✓ Esportare in Datasmith
✓ IL TEMPLATE ARCHVIZ
✓ Perche scegliere il template Archviz
✓ Creare il progetto Unreal Archviz Template
✓ IMPORTARE DATASMITH FILES
✓ La finestra di importazione
✓ Due scuole di pensiero sulla forbice della SIZE
✓ La cache e il COMPILING SHADER
✓ #02- EVENTO 23/02/2021
✓ ANALISI DEL MODELLO
✓ Corretta suddivisione del modello di importazione
✓ SIZE DELLE LIGHTMAP
✓ I parametri fondamentali per la RESA
✓ Il concetto di Size delle lightmap
✓ Modificare la size dallo Static Mesh Editor
✓ Sovrascrivere la Size
✓ Sovrascrivere il valore per selezione
✓ Sovrascrivere il valore della size per tutte le Mesh della scena
✓ Il grafico Lightmap Density
✓ BUILDING LIGHTING ( Cuocere le luci)
✓ Preparazione alla Build.
✓ Creare il Mondo
✓ SkyLight & HDRI
✓ Directional Light (SunLight)
✓ Portal Lightmass
✓ Reflection Captures
✓ Player Start
✓ Lightmass Importance Volume
✓ Post Process Volume
✓ Build CPU Low Size
✓ Parametri Word Setting
✓ CONFIGURAZIONE PROGETTO GPU LIGHTMASS
✓ Modifiche al Project Setting
✓ Aggiunta del Plugin GPU LIGHTMASS
✓ Riavvio e compiling shaders
✓ Un Plugin scritto in Blueprint da Giovanni Messina
◻️ #03 -EVENTO 02/03/2021
◻️ Modificare il modello MAX E reimportazione Elementi
◻️ GPU LIGHTMASS
◻️ GPU Lightmass. Conviene?
◻️ Configurare il Progetto UE4
◻️ Il pannello Generale UE4
◻️ Il plug-in gpu lightmass
◻️ Testiamo la GPU Lightmass
◻️ Domande
◻️ Importiamo le luci datasmith
◻️ Quali tenere nella scena
◻️ Le collisioni
◻️ Aggiungere le collisioni
◻️ Collisioni Autogenerate
◻️ Collisioni Da Forme Geometriche
◻️ Il Blocking Volume
◻️ Creare un player per L’archviz
◻️ Creare il player
◻️ Aggiungere il Template First Person
◻️ Intro al prossimo evento- I Materiali

a cura di arch. giovanni messina

Il Pixel Streaming. L’era del Real-Time Universale.

Il Pixel Streaming. L’era del Real-Time Universale.

Il Pixel Streaming può essere considerato come un grande Server sul quale ospitare i tuoi pacchetti Unreal Engine, Unity e software similari in Real-Time. Questo ti permetterà di sfruttare la potenza di un server costruito all’uopo per i tuoi progetti, eliminando i vincoli relativi all’uso dello stesso su Multi-Piattaforme. (Android, IOs, Smart TV, e altri device)

Infatti, sfruttando lo “Streaming” online, non solo non dovrai preoccuparti di fornire al tuo cliente un pacchetto che, molto probabilmente richiedendo requisiti hardware particolari, nemmeno riuscirà ad installare, ma ti consentirà di evitare il Multi-Output, e quindi di dover restituire un pacchetto diverso per ogni piattaforma (Device). L’unica cosa di cui avrai bisogno sarà una BUONA connessione.
Ovviamente tutto questo è in fase di maturazione, e se avrai la pazienza di leggere tutto l’articolo, ti mostrerò alcuni esempi da me testati.

Con Pixel Streaming, esegui un’applicazione, come Unreal Engine ad esempio, in pacchetto su un PC desktop o un server nel cloud, insieme a un piccolo gruppo di servizi web inclusi con Unreal Engine.  Le persone si connettono utilizzando qualsiasi browser Web moderno sulla loro piattaforma preferita, desktop o mobile, e trasmettono in streaming i frame e l’audio renderizzati dall’applicazione Unreal Engine. Non è necessario che gli utenti installino o scarichino nulla. È proprio come lo streaming di un video da YouTube o Netflix, tranne per il fatto che gli utenti possono anche interagire con l’applicazione utilizzando la tastiera, il mouse, l’input tattile e persino l’interfaccia utente HTML5 personalizzata creata nella pagina Web del lettore.

Bisogna fare una premessa doverosa, ed è la seguente. Non è tutto oro ciò che luccica, come si diceva è uno strumento il cui sviluppo è in itinere costante ed ha bisogno ancora di un poco di tempo di maturazione.

Ad ogni modo voglio mostrarti un paio di servizi eccellenti.

Euridix: www.euridix.com ITALIANO.

Il mio progetto su Euridix: (In fase di Beta Testing)
https://webapp.euridix.com/app/?code=ZJ3C3XD

Questo servizio, nonostante ECCELLENTE, è ancora in fase di maturazione, ma prevede dei tempi di caricamento ISTANTANEI. Gli sviluppatori metteranno a punto le ultime modifiche e c’è da scommettere che diventerà un punto di riferimento per il Pixel Streaming in Italia.

L’altro servizio lo offre la FRANCESE Foorius www.forioos.com

Questo servizio, a dire il vero, prevede tempi di gran lunga più elevati, e questo non è assolutamente un bene.

Infatti un ipotetico interessato non può attendere fino a 5 minuto per lo scaricamento. Molto probabilmente abbandonerà la pagina. Tuttavia sembra essere leggermente più maturo del primo (che comunque consiglio).

Il mio progetto su Foorius: https://portal.furioos.com/share/931.135

Se ti sono piaciute queste informazioni e vuoi sapere altro su di me ti invito a venirmi a trovare sul mio canale telegram: www.t.me/ssinagiovanni

Unreal Engine Corso Archviz -Da V-Ray a Unreal a Carnevale si può.

Unreal Engine Corso Archviz -Da V-ray a Unreal a Carnevale si può.

A Carnevale puoi partecipare all’evento organizzato da me su Facebook dove ti mostrerò tutti i passaggi necessari per trasformare un modello di MAX, nella fattispecie elaborato in V-Ray, in Unreal Engine.

Video-Tutorial completo su come realizzare un progetto ArchViz (Visualizzazione Architettonica) in Unreal Engine.

Software Necessari:
1) Unreal Engine aggiornato all’ultima versione.
2) 3ds max 2019 o superiori
Il numero complessivi di Episodi è 10.
I partecipanti verranno invitati a partecipare ai successivi eventi allo stesso prezzo. Gli eventi hanno cadenza SETTIMANALE, ed è prevista una durata di circa 1h e 30 min per evento.
Partiremo da un file formato *max e cercheremo di attraversare il software in maniera “trasversale” , creando infine, un ambiente architettonico interattivo “Navigabile”. Andremo a vedere come preparare il modello max, e fare tutte le operazioni necessarie per renderlo foto-realistico in Unreal Engine. Poi passeremo lato programmazione Scripting Visivo (Blueprint) per creare una serie di interazioni con l’ambiente. (Aprire/Chiudere Porte, cambiare materiali, creare delle camere per spostamento predefinito, scattare screenshot, regolare il punto di vista / FOV in modo interattivo e altro).

Il programma di questo episodio:
1) Il File Max. Modifica e ottimizzazione per essere ospitato in ambiente Unreal Engine.
2) Esportare il modello (DataSmith).
3) Il modello ArchViz di Ue4
4)Importazione e Analisi DataSmith
5) Creazione del mondo Unreal
6) Pannelli o HDRI
7) Luci e Skylight
8) Metodo classico “CPU” o GPU Lightmass?
8) Prima Bozza di cottura dell’illuminazione.

Per partecipare all’evento basta cliccare qui: Partecipo all’evento

UNREAL ENGINE 4: IL CORSO COMPLETO PER ARCHITETTI. a cura di giovanni messina 93(video)

a cura di giovanni messina

Bene, se sei qui è perchè in un certo senso ci nutriamo della stessa passione.

Mi presento

Architetto dal 1999, lavoro da più di un ventennio nel campo della grafica tridimensionale. Diverse sono le collaborazioni con Studi e Università. Attualmente faccio parte di un gruppo di ricerca “EVOLVING” dove mi occupo di realizzare scenari fotorealistici e restituirli in Vr/Ar/Mr (Realtà Virtuale, Realtà Aumentata, Realtà Mixata).

Se hai bisogno di me vieni sulla mia pagina ufficiale facebook.

Tutto nasce dalla passione. Eh si, direi proprio di si. Quando hai la passione come “engine” che spinge tutto, non esistono titoli che tengano.

La Passione alberga in tutti noi, sopita, in agguato…
E sebbene indesiderata e inaspettata si ecciterà, spalancherà le mascelle e griderà…
Detta legge a tutti noi, ci guida.
La Passione ci governa e noi obbediamo…
Che altro ci resta?
La Passione è la fonte dei momenti migliori…
La gioia dell’amore, la lucidità dell’odio e l’estasi del dolore…
La Passione può ferire profondamente…
Se potessimo vivere senza conosceremmo certamente la pace…
Ma saremmo esseri vuoti, stanze vuote, buie e inutili…
Senza Passione
Saremmo come morti. (Buffy)

SINTESI DEGLI ARGOMENTI

Ora sei carico? Non ho motivi per dubitare che tu lo sia, tutto quello che ti chiedo, è mettere in play i video di questa playlist. Inizieremo con la sintesi degli argomenti che andremo a trattare. Buona visione.

UNREAL ENGINE 4: Esercitazione Pratica 014 Tutorial Exterior HDRI

Esercitazione 014

Tutorial Exterior HDRI

Oggi vedremo come Unreal Engine 4 rappresenta i suoi mondi, e li rende, attraverso l’esercitazione pratica 014. Tenteremo di dare una visione fotorealistica alla nostra scena utilizzando una mappa “Exterior Hdri”. Iniziamo con il tutorial?

Lo immagino, starai fremendo, hai voglia di divorare cose e lo capisco. Ma ricordati questo potrebbe già rappresentare un tutorial avanzato per te.

Ad ogni modo, tutto quello che devi fare in questo episodio è seguirmi, e vedrai che ti guiderò per la mano.

Andremo a realizzare questa scena, poi ovviamente la potrai modificare a tuo piacimento aggiungendo altro che hai appreso in questo periodo trascorso insieme. La scena è quella rappresentata in seguito.

Esercitazione 014

Puoi realizzare questa scena usando anche un’altro modello, il risultato, se il modello è di qualità, non cambia, e ti consiglio di scaricare anche alcune risorse dal marketplace di Epic Game, in modo assolutamente gratuito. “Open World Demo Collection”.

Nel caso, invece, volessi realizzare la stessa scena, ho preparato il materiale composto dal progetto “Master” Unreal Engine 4.25 e una cartella “Content”. Questo materiale, insieme alla seconda parte, la parte della esercitazione vera e propria, la potrai trovare su Patreon.

Fermiamoci un attimo per chiarire questo punto, la parte video la trovi su Patreon semplicemente con piano entry level, quello da 5 dollari per intenderci, se invece vuoi scaricare anche il progetto completo e gli assets che andremo ad utilizzare, allora devi partecipare al “Patreon di II livello”, per intenderci, da 10 dollari e troverai un prezzo super-scontato. Voglio chiarire, il modello di auto da solo è stato comprato su un famoso portale a 250,00 $.

Per scaricare il progetto uProgect 4.25 e le risorse allegate hai due opzioni.

  • Acquistarlo su Gumroad cliccando quì.
  • O diventare un Patreon di II livello cliccando quì.

Fatta la premessa doverosa, adesso direi che possiamo decisamente partire, mettiti comodo, se hai tutto pronto metti pure in “Play” il video seguente.


La seconda parte la trovi al link seguente.

Seconda Parte ovvero la 014/B, la trovi quì.

Adesso, prima di lasciarci per questo Episodio, ti lascio come sempre ricordandoti alcune cose.

Patreon (Seguire tutti i corsi in toto e scaricare migliaia di risorse. (Assets, Progetti completi, utility realizzate dal sottoscritto.)

Il mio canale youtube, e se mi vuoi un poco di bene vieni a lasciare un bel pollicione in sù.

La pagina e il gruppo Facebook, nel caso volessi farmi sapere qualcosa, anche se nella sezione “Contatti” trovi tutte le referenze social e non solo.

E, nel caso lo volessi, ti lascio anche il link del market che ho dedicato ad Unreal Engine 4.

Se vuoi una playlist completa ed aggiornata clicca quì.

Se vuoi curiosare su di me, clicca pure quì.

Nel caso volessi curiosare su di me, ti riporto alla Homepage.

Come Creare Animazioni Realistiche in Meno Tempo con Unreal Engine

Pose Driver Connect


Ciao a tutti, oggi voglio parlarvi di un fantastico plugin per Unreal Engine che vi permette di creare animazioni più realistiche in meno tempo: si chiama Pose Driver Connect e lo potete scaricare gratuitamente dal Marketplace.

Pose Driver Connect è un plugin C++ che vi consente di importare in Unreal Engine le soluzioni RBF (Radial Basis Function) create in Maya con il tool PoseWrangler. Le soluzioni RBF vi permettono di creare animazioni secondarie complesse, basate su una relazione tra un driver e dei driven, che si adattano in modo fluido a diverse pose o trasformazioni. Per esempio, potete usare le soluzioni RBF per correggere le aree problematiche di deformazione come le spalle, i gomiti, le cosce e le ginocchia, creando una serie di pose e modificando le trasformazioni delle giunture secondarie per migliorare le deformazioni in ogni posa.

PoseWrangler è un tool Python per Maya che vi semplifica la creazione e la gestione delle soluzioni RBF e vi permette di esportare i dati RBF in file intermedi che Pose Driver Connect può leggere dentro Unreal. PoseWrangler supporta le scene Maya create con il plugin MayaUERBFPlugin e vi offre un percorso di aggiornamento per le vecchie scene create con il plugin UE4RBFSolverNode. PoseWrangler supporta anche il mirroring personalizzato, la serializzazione e la deserializzazione dei parametri RBF, l’esportazione delle pose come FBX e l’estensione tramite Python. PoseWrangler supporta Maya 2020-2023, Python2 e Python3.

Pose Driver Connect vi permette di creare dei nodi PoseDriver in un Animation Blueprint esistente e di importare i PoseDriver da file JSON o FBX generati da PoseWrangler. Il risultato è una deformazione secondaria che corrisponde esattamente a quella creata in Maya, usando la stessa matematica, tramite un Animation Blueprint. Il vantaggio è che potete ottenere personaggi più fedeli e realistici per il vostro gioco, animazione o altro contenuto in tempo reale, in molto meno tempo.

Se volete saperne di più su Pose Driver Connect, vi consiglio di guardare il video tutorial che spiega passo passo come usarlo. Potete anche leggere il blog post ufficiale che vi dà una panoramica del plugin e dei suoi benefici. Se avete domande o feedback, potete lasciare un commento qui sotto o scrivere nel forum dedicato.

Spero che questo plugin vi sia utile e vi aiuti a creare animazioni più realistiche in meno tempo con Unreal Engine. A presto! 😉

Scopri come diventare un creatore di successo su Fortnite: le risorse da non perdere

Se sei un appassionato di Fortnite e hai sempre voluto creare contenuti per il gioco, sei nel posto giusto! Epic Games mette a disposizione degli utenti una serie di risorse che possono aiutare a creare skin, oggetti, mappe e molto altro. In questo articolo, ti guiderò attraverso alcune delle risorse più importanti di Fortnite per i creatori.

Ti lascio prima alcuni cenni storici.

Fortnite è un gioco che ha rivoluzionato l’industria dei videogiochi. Creato da Epic Games, è stato rilasciato nel 2017 come un gioco di sopravvivenza in stile “battle royale”, in cui i giocatori combattono fino a quando non rimane solo uno. Il gioco è diventato immediatamente popolare grazie alla sua grafica accattivante, alla sua meccanica di gioco innovativa e alla sua disponibilità su diverse piattaforme, tra cui PC, console e dispositivi mobili.

Ma Fortnite non è solo un gioco – è diventato una vera e propria cultura popolare. Il gioco ha ispirato canzoni, balli, meme e persino modelli di business. La sua popolarità è stata amplificata da celebrità come Drake, Travis Scott e Ninja, che hanno trasmesso in diretta il loro gioco su Twitch, attirando milioni di spettatori.

Fortnite si è distinto anche per la sua capacità di adattarsi alle tendenze culturali. Il gioco ha collaborato con marchi come la Marvel, la NFL e l’NBA per creare eventi speciali e skin personalizzate, che hanno attirato un pubblico ancora più ampio. Inoltre, ha introdotto nuove funzionalità come la modalità Creative, che consente ai giocatori di creare le loro mappe e di condividere i loro giochi personalizzati.

Ma la storia di Fortnite non è stata priva di controversie. Il gioco è stato criticato per il suo effetto sui bambini e sui giovani, che spesso passano ore a giocare invece di fare altre attività. Inoltre, la sua popolarità ha attirato anche l’attenzione dei criminali informatici, che cercano di rubare dati personali attraverso account Fortnite compromessi.

Nonostante queste critiche, Fortnite continua ad essere un gioco amato da milioni di persone in tutto il mondo. La sua capacità di innovare e di adattarsi alle tendenze culturali lo rende un gioco che rimarrà nella storia dei videogiochi. E se sei un creatore di Fortnite, puoi essere parte di questa storia, creando contenuti che i giocatori apprezzeranno per anni a venire.

Ma torniamo a noi.

Detto questo, uno dei primi luoghi da esplorare è la documentazione ufficiale di Epic Games. Questa è una fonte estremamente utile per i creatori, poiché fornisce informazioni dettagliate su come creare contenuti per il gioco. La documentazione è disponibile in diverse lingue, tra cui l’italiano, ed è organizzata per categorie, in modo da rendere facile la ricerca di informazioni specifiche.

Un’altra risorsa importante per i creatori di Fortnite è Unreal Engine. Questo è il motore di gioco utilizzato da Fortnite, ed è disponibile gratuitamente sul sito di Epic Games. Unreal Engine è uno strumento potente e versatile per creare giochi, e offre molte funzionalità per creare contenuti personalizzati per Fortnite. Tra le caratteristiche più interessanti ci sono la possibilità di creare mappe personalizzate, di modificare l’aspetto dei personaggi e di aggiungere nuovi oggetti al gioco.

Se stai cercando di creare skin per Fortnite, dovresti esplorare il sito Skin-Tracker. Questo sito contiene una vasta libreria di skin e oggetti per Fortnite, e può essere utilizzato come fonte di ispirazione per i creatori. Inoltre, il sito offre anche strumenti per creare skin personalizzate, come il “Skin Editor”, che consente di modificare le skin esistenti o di crearne di nuove.

Infine, se sei interessato a creare contenuti per Fortnite e vuoi connetterti con altri creatori, ti consiglio di unirti alla comunità di Fortnite su Discord. Questa è una piattaforma di chat popolare tra i creatori di Fortnite, e offre un luogo per discutere di idee, chiedere consigli e condividere i propri progetti.

In sintesi, se sei un creatore di Fortnite, ci sono molte risorse a tua disposizione per aiutarti a creare contenuti fantastici per il gioco. Con la documentazione ufficiale di Epic Games, Unreal Engine, Skin-Tracker e Discord, hai tutto ciò di cui hai bisogno per iniziare a creare contenuti per Fortnite. Buona fortuna!

Guida alla terminologia di Unreal Engine: tutto quello che devi sapere

my VR web site

La terminologia di Unreal Engine si riferisce all’insieme di parole e di concetti specifici che vengono utilizzati all’interno del motore di gioco. Questi termini sono importanti per la comprensione delle funzionalità di Unreal Engine, e sono utilizzati sia dagli sviluppatori che dai giocatori.

Uno dei termini più importanti di Unreal Engine è “Blueprint”. I Blueprint sono degli elementi visivi che permettono di creare facilmente il comportamento degli oggetti all’interno del gioco. Grazie ai Blueprint, gli sviluppatori possono creare rapidamente funzionalità complesse senza dover scrivere codice da zero. Ad esempio, i Blueprint possono essere utilizzati per creare il movimento dei personaggi, la fisica del gioco, le interazioni tra oggetti, e molto altro ancora.

Un altro termine importante è “Actor”. Gli Actor sono gli oggetti all’interno del gioco, come i personaggi, le armi, le piattaforme e gli oggetti interattivi. Ogni Actor ha un set di proprietà e di comportamenti specifici, che determinano la sua funzionalità all’interno del gioco. Ad esempio, un personaggio ha proprietà come la sua posizione, la sua velocità, la sua animazione e la sua salute.

Un altro termine che dovresti conoscere è “Level”. Il Level si riferisce alla mappa del gioco, ovvero all’ambiente in cui si svolge il gioco. Ogni Level contiene una serie di Actors, di luci, di suoni e di effetti speciali che determinano l’atmosfera del gioco. Ad esempio, un Level può essere una città, una foresta, un deserto o un’astronave.

Infine, un altro termine importante di Unreal Engine è “Asset”. Gli Asset sono tutti i file utilizzati all’interno del gioco, come le texture, i modelli 3D, i suoni e le animazioni. Ogni Asset ha una serie di proprietà specifiche che ne determinano il comportamento all’interno del gioco. Ad esempio, una texture può essere utilizzata per creare il colore e la superficie di un oggetto, mentre un modello 3D può essere utilizzato per creare la forma di un personaggio.

In conclusione, la terminologia di Unreal Engine è importante per la comprensione delle funzionalità del motore di gioco e per l’esperienza di sviluppo degli sviluppatori. Conoscere i termini chiave come Blueprint, Actor, Level e Asset ti aiuterà a creare giochi più complessi e divertenti con Unreal Engine. Speriamo che questa guida ti sia stata utile, e ti auguriamo buona fortuna per il tuo prossimo progetto di gioco con Unreal Engine!

Guida rapida per artisti su Unreal EngineUnreal Engine: la guida completa per artisti e game developerGuida rapida per artisti su Unreal Engine

Introduzione: Se sei un artista che vuole creare contenuti per videogiochi, Unreal Engine è uno strumento potente e versatile che ti consente di creare ambienti, personaggi e oggetti in modo facile e intuitivo. In questa guida rapida, ti mostreremo come iniziare a lavorare con Unreal Engine e come creare contenuti di alta qualità per i tuoi progetti di videogiochi.

Requisiti per l’utilizzo di Unreal Engine

Contenuto: prima di iniziare a lavorare con Unreal Engine, assicurati di avere un computer con le specifiche tecniche necessarie, come ad esempio una scheda grafica dedicata e una quantità sufficiente di memoria RAM. Inoltre, dovrai scaricare e installare Unreal Engine sul tuo computer.

Introduzione all’interfaccia di Unreal Engine

Contenuto: una volta installato Unreal Engine, vedrai l’interfaccia principale del software. In questa sezione, ti mostreremo come navigare nell’interfaccia e come utilizzare le diverse finestre, come la finestra del contenuto, la finestra del mondo e la finestra dei materiali.

Creazione di un progetto

Contenuto: per iniziare a lavorare con Unreal Engine, devi creare un nuovo progetto. In questa sezione, ti mostreremo come creare un nuovo progetto e come impostare le Creazione di oggetti e personaggi

Contenuto: una volta creato il progetto, puoi iniziare a creare oggetti e personaggi. In questa sezione, ti mostreremo come creare oggetti 3D e personaggi, utilizzando strumenti come il pennello di terreno, la modellazione poligonale e la scultura digitale.

Creazione di materiali e texture

Contenuto: per rendere gli oggetti e i personaggi più realistici, è necessario creare materiali e texture. In questa sezione, ti mostreremo come creare materiali e texture utilizzando gli strumenti di Unreal Engine, come il materiale editor e il texture editor.

Esportazione del contenuto

Contenuto: una volta creati gli oggetti e i personaggi, è possibile esportarli da Unreal Engine e utilizzarli in altri software o in motori di gioco. In questa sezione, ti mostreremo come esportare il contenuto in diversi formati, come FBX e OBJ.

Conclusione: Speriamo che questa guida rapida ti abbia fornito le informazioni necessarie per iniziare a lavorare con Unreal Engine. Ricorda che ci sono molte risorse online disponibili per aiutarti a migliorare le tue abilità e creare contenuti di alta qualità per i tuoi progetti di videogiochi.

Lumion 2023: Scopri le novità e le nuove funzionalità!

Ciao a tutti, appassionati di rendering e progettazione 3D! Oggi vogliamo parlarvi di Lumion 2023, l’ultima versione dell’amato software di rendering e visualizzazione in tempo reale. Lumion ha dimostrato negli anni di essere un software potente e intuitivo, apprezzato da architetti, designer e professionisti del settore. Con il lancio ufficiale previsto per il 10 maggio 2023, è giunto il momento di scoprire cosa ci riserva questa nuova versione. Preparatevi a rimanere sorpresi!

Nuove funzionalità di Lumion 2023

1. Biblioteca di oggetti migliorata

Lumion 2023 offre una biblioteca di oggetti completamente rinnovata e ampliata, con oltre 1500 nuovi oggetti di alta qualità. Troverete nuovi modelli di vegetazione, mobili, luci, persone, automobili e molto altro ancora. Questo significa che avrete ancora più opzioni per arricchire e personalizzare i vostri progetti, dando vita a scene sempre più realistiche e dettagliate.

Con la nuova biblioteca degli oggetti, puoi personalizzare i tuoi progetti in modo ancora più creativo, aggiungendo dettagli realistici e rendendo le tue scene ancora più coinvolgenti.

La biblioteca degli oggetti di Lumion 2023 include una vasta gamma di categorie, come ad esempio mobili, vegetazione, luci, persone, automobili e molto altro ancora. Inoltre, puoi filtrare gli oggetti in base alle tue esigenze, per trovare facilmente ciò che stai cercando.

Gli oggetti della biblioteca di Lumion 2023 sono stati realizzati con la massima cura per i dettagli e la qualità, per garantire un risultato finale sempre perfetto. Inoltre, la biblioteca è stata pensata per essere facilmente accessibile e utilizzabile, con un’interfaccia intuitiva e facile da navigare.

Ma non è tutto! Grazie alla nuova biblioteca degli oggetti di Lumion 2023, puoi anche creare oggetti personalizzati utilizzando i modelli base forniti dal software. Questo ti consente di dare un tocco personale al tuo progetto, creando oggetti unici e originali che si adattano perfettamente alle tue esigenze.

In sintesi, la biblioteca degli oggetti avanzata di Lumion 2023 è un’aggiunta fantastica al software, che ti consente di creare progetti ancora più dettagliati e coinvolgenti. Grazie alla vasta gamma di oggetti disponibili e alla possibilità di personalizzarli, Lumion 2023 è il software ideale per architetti, designer e professionisti del settore che vogliono creare presentazioni di alta qualità e dettaglio.

2. Supporto a nuovi formati di file

L’importazione di modelli 3D è ora più facile che mai, grazie al supporto di nuovi formati di file, tra cui Rhino 7, SketchUp 2023, ArchiCAD 25 e Revit 2023. Questo permette di semplificare ulteriormente il processo di lavoro, facilitando la collaborazione tra differenti software e aumentando la compatibilità con i principali programmi di modellazione.

Lumion 2023 supporta una vasta gamma di nuovi formati di file, offrendo una maggiore flessibilità e compatibilità con altri software.

In particolare, Lumion 2023 supporta ora, oltre i formati di file SketchUp 2021, Rhino 7, Autodesk Revit 2022 e ArchiCAD 25, anche il formato di file USDZ di Apple, che consente di visualizzare i tuoi progetti in realtà aumentata su dispositivi iOS. Questo è un’aggiunta fantastica per coloro che desiderano presentare i loro progetti in modo innovativo e coinvolgente.

Ma non è tutto! Lumion 2023 supporta anche i formati di file DWG e FBX, che consentono di importare ancora più oggetti e modelli nella tua scena. Ciò significa che puoi utilizzare facilmente modelli di terze parti e librerie di oggetti per creare progetti ancora più dettagliati e realistici.

In sintesi, il supporto a nuovi formati di file in Lumion 2023 è un’aggiunta fantastica al software, che consente di importare facilmente i tuoi progetti da altri software e utilizzare una vasta gamma di oggetti e modelli nella tua scena. Questo rende Lumion 2023 ancora più flessibile e compatibile, semplificando il tuo flusso di lavoro e consentendoti di creare presentazioni di alta qualità e dettaglio.

3. Miglioramenti nell’illuminazione globale

Lumion 2023 include miglioramenti significativi nell’illuminazione globale, offrendo una maggiore accuratezza nella gestione delle luci e delle ombre. Inoltre, grazie all’introduzione di nuovi algoritmi di calcolo, i tempi di rendering sono stati ulteriormente ridotti, permettendovi di ottenere risultati ancora più realistici in meno tempo.

In particolare, la nuova versione di Lumion utilizza un algoritmo di illuminazione globale basato sulla tecnologia di tracciamento dei raggi (ray tracing), che consente di calcolare l’illuminazione in modo più accurato e dettagliato. Questo algoritmo consente di creare ombre più precise e di simulare l’illuminazione indiretta in modo più realistico.

Inoltre, Lumion 2023 offre una maggiore flessibilità nell’impostazione dell’illuminazione, consentendo di regolare facilmente la luminosità e l’intensità delle luci nella tua scena. Ciò significa che puoi ottenere l’effetto di illuminazione desiderato con maggiore precisione e facilità.

Lumion 2023 offre anche una gamma di nuovi effetti di illuminazione, come ad esempio l’effetto di luce volumetrica, che consente di creare una luce diffusa e morbida in ambienti chiusi o all’aperto. Questo effetto è particolarmente utile per creare atmosfere suggestive e realistiche nelle tue scene.

Infine, Lumion 2023 offre anche un miglioramento nell’illuminazione degli oggetti, consentendo di creare effetti di illuminazione personalizzati per oggetti specifici. Ciò significa che puoi creare effetti di illuminazione su misura per gli oggetti della tua scena, migliorando ulteriormente la qualità visiva del tuo progetto.

In sintesi, i miglioramenti nell’illuminazione globale in Lumion 2023 offrono una maggiore precisione e realismo nell’illuminazione della tua scena, consentendo di creare effetti di luce più dettagliati e suggestivi. Questi miglioramenti rendono Lumion 2023 ancora più potente e flessibile, offrendo una vasta gamma di strumenti per creare presentazioni di alta qualità e dettaglio.

4. Effetti atmosferici avanzati

I nuovi effetti atmosferici di Lumion 2023 vi permetteranno di creare ambientazioni ancora più suggestive. Oltre a nuvole volumetriche e al supporto migliorato per nebbia e smog, Lumion 2023 offre nuove opzioni per simulare pioggia, neve e altri fenomeni meteorologici, dando vita a scene sempre più immersive e coinvolgenti.

Tra i nuovi effetti atmosferici, troviamo la nebbia volumetrica, che consente di creare densi banchi di nebbia all’interno della tua scena. La nebbia volumetrica si comporta in modo naturale, si muove con il vento e si adatta alle luci della scena, creando un effetto veramente realistico.

Lumion 2023 offre anche un nuovo effetto di nuvole volumetriche, che consente di creare nuvole realistiche e dettagliate all’interno della tua scena. Le nuvole volumetriche si muovono con il vento e si adattano alla luce della scena, creando un effetto di cielo dinamico e coinvolgente.

Inoltre, Lumion 2023 include un nuovo effetto di effetto di luce del sole, che consente di creare effetti di luce realistici e dettagliati del sole sulla tua scena. Questo effetto simula l’effetto di luce del sole sulla superficie terrestre, creando un effetto di luce naturale e realistico.

Infine, Lumion 2023 introduce anche un nuovo effetto di luce diurna, che consente di creare effetti di luce realistici e dettagliati durante il giorno. Questo effetto consente di simulare l’illuminazione solare realistica, creando un effetto di luce naturale e realistico sulla tua scena.

In sintesi, i nuovi effetti atmosferici avanzati in Lumion 2023 consentono di creare scenari ancora più realistici e coinvolgenti, offrendo una vasta gamma di strumenti per creare presentazioni di alta qualità e dettaglio.

5. Animazioni più fluide e realistiche

Grazie a un nuovo motore di animazione, Lumion 2023 permette di creare animazioni più fluide e realistiche. Gli oggetti e le persone si muovono con maggiore naturalezza, contribuendo a dare vita a presentazioni e video di altissima qualità.

Immagina di voler creare un’animazione che mostri come le persone si muovono all’interno di un grande centro commerciale. In Lumion 2023, puoi facilmente aggiungere oggetti e personaggi alla tua scena e farli interagire tra loro in modo realistico.

Per creare l’animazione, puoi utilizzare il nuovo motore di animazione di Lumion 2023. In questo caso, potresti voler utilizzare la funzione di animazione di percorso, che consente di disegnare un percorso lungo il quale far camminare i tuoi personaggi.

Una volta disegnato il percorso, puoi selezionare i personaggi e assegnare loro l’animazione di percorso. Lumion si occuperà poi di farli muovere lungo il percorso in modo naturale, con accelerazioni e decelerazioni che renderanno l’animazione ancora più realistica.

Puoi anche aggiungere elementi di interazione alla tua animazione, come ad esempio far entrare i personaggi nei negozi o farli sedere ai tavoli dei ristoranti. Lumion 2023 offre un controllo preciso su ogni aspetto dell’animazione, consentendoti di creare un’esperienza coinvolgente e dettagliata.

Una volta completata l’animazione, puoi salvare il tuo progetto e renderizzare l’intera scena in tempo reale. Il risultato finale sarà un’animazione fluida e realistica che mostra come le persone si muovono all’interno del centro commerciale, dando vita alla tua scena in modo spettacolare.

6. Interfaccia utente migliorata

L’interfaccia utente di Lumion 2023 è stata ulteriormente ottimizzata per offrire un’esperienza di utilizzo ancora più intuitiva e veloce. Nuovi strumenti e comandi semplificano il processo di creazione e permettono di lavorare in modo più efficiente, mentre i tutorial integrati facilitano l’apprendimento delle nuove funzionalità.

L’interfaccia utente di Lumion 2023 è stata migliorata per offrire una maggiore efficienza e facilità d’uso. In particolare, l’interfaccia utente è stata semplificata e resa più intuitiva, in modo da facilitare la navigazione e l’utilizzo del software.

La nuova interfaccia utente di Lumion 2023 include una serie di nuove funzioni, come ad esempio la barra di navigazione rapida. Questa barra consente di accedere rapidamente alle funzioni più utilizzate, come la selezione degli oggetti, la modifica dei materiali e l’aggiunta di oggetti alla tua scena.

Inoltre, Lumion 2023 offre un nuovo sistema di gestione dei materiali, che consente di organizzare i materiali in modo più intuitivo e facile da navigare. Ciò significa che puoi trovare facilmente i materiali che stai cercando e applicarli alla tua scena con maggiore precisione e facilità.

Lumion 2023 offre anche una serie di nuove funzioni di personalizzazione dell’interfaccia utente, consentendo di adattare il software alle tue esigenze specifiche. Puoi personalizzare l’aspetto e la disposizione dei pannelli dell’interfaccia utente, in modo da creare un ambiente di lavoro che si adatta perfettamente al tuo stile di lavoro.

Infine, Lumion 2023 offre anche una serie di nuove scorciatoie da tastiera, che consentono di accedere rapidamente alle funzioni più utilizzate senza dover cercare attraverso i menu. Questo rende il lavoro ancora più efficiente e veloce, consentendoti di concentrarti sulla creazione del tuo progetto.

In sintesi, l’interfaccia utente di Lumion 2023 è stata migliorata per offrire una maggiore efficienza e facilità d’uso. Grazie alla nuova barra di navigazione rapida, al sistema di gestione dei materiali e alle nuove funzioni di personalizzazione dell’interfaccia utente, Lumion 2023 offre un ambiente di lavoro ancora più intuitivo e personalizzabile, che semplifica il tuo flusso di lavoro e rende la creazione di presentazioni di alta qualità ancora più facile e veloce.

In conclusione, Lumion 2023 si presenta come una versione ancora più potente e versatile, in grado di soddisfare le esigenze dei professionisti più esigenti. Non vediamo l’ora di mettere le mani su questa nuova versione e di sperimentare tutte le novità che ci offre. E voi, cosa ne pensate di Lumion 2023? Fatecelo sapere nei commenti qui sotto!

  • #Lumion2023
  • #Rendering3D
  • #Architettura
  • #Design
  • #Realismo
  • #EffettiAtmosferici
  • #InterfacciaUtente
  • #Miglioramenti
  • #NuoveFunzioni
  • #FormatiDiFile
  • #IlluminazioneGlobale
  • #OggettiAvanzati
  • #NuvoleVolumetriche
  • #NebbiaVolumetrica
  • #EffettoLuceDelSole
  • #LuceDiurna
  • #Personalizzazione
  • #Efficienza
  • #FacilitàD’uso
  • #PresentazioniDiAltaQualità
  • #Simulazione3D
  • #TecnologiaDiTracciamentoDeiRaggi
  • #RealismoVisivo.

Unreal Engine 5.2: scopriamo insieme le novità più entusiasmanti per i game developer!

UAI

Introduzione:

Ciao a tutti, amici del blog! Oggi, parleremo delle ultime novità di Unreal Engine 5.2, l’ultima versione del popolare motore di sviluppo di videogiochi. Se sei un appassionato di game design, preparati a scoprire tutte le funzionalità che ti aiuteranno a creare esperienze di gioco ancora più avanzate e coinvolgenti. Andiamo a scoprirle insieme! 🎮

Unreal Engine 5.2 è finalmente arrivato, portando numerose migliorie e funzionalità per gli sviluppatori di videogiochi. In questo articolo, scopriamo insieme le principali novità di questa versione.

https://forums.unrealengine.com/t/unreal-engine-5-2-preview/796424

Texture virtuali:
La tecnologia delle texture virtuali è una delle novità più interessanti di Unreal Engine 5.2. Grazie a questa tecnologia, è possibile creare texture ad alta risoluzione con una dimensione superiore a quella della memoria video della GPU, caricandole solo quando necessario. Ciò significa che i giochi sviluppati con Unreal Engine 5.2 potranno avere ambienti più dettagliati e realistici, senza compromettere le prestazioni.

Animazione basata su machine learning:
Un’altra novità importante di Unreal Engine 5.2 è il sistema di animazione basato su machine learning, chiamato “Motion Matching”. Questa tecnologia permette di creare animazioni più naturali e fluide, basate su un vasto database di movimenti pre-registrati. Grazie a Motion Matching, i personaggi nei giochi avranno movimenti più realistici e credibili, rispondendo in modo dinamico alle interazioni dell’utente.

Localizzazione semplificata:
Unreal Engine 5.2 introduce anche nuovi strumenti di localizzazione che semplificano la creazione di contenuti multilingue. Grazie a questi strumenti, gli sviluppatori possono gestire in modo più efficace la traduzione dei contenuti, semplificando il processo di localizzazione e riducendo i tempi di sviluppo. Ciò significa che i giochi sviluppati con Unreal Engine 5.2 potranno raggiungere un pubblico più ampio a livello globale.

Ottimizzazione del rendering:
Unreal Engine 5.2 introduce inoltre numerose migliorie nell’ottimizzazione del rendering, che garantiscono una maggiore fluidità nei giochi. Grazie a queste migliorie, i giochi sviluppati con Unreal Engine 5.2 avranno una maggiore stabilità e prestazioni, anche su hardware meno potenti. Inoltre, Unreal Engine 5.2 introduce anche una serie di correzioni di bug e di problemi riscontrati nelle versioni precedenti.

Innanzitutto, Unreal Engine 5.2 è una versione molto attesa e importante, che introduce numerose migliorie e funzionalità per gli sviluppatori di videogiochi. Tra le novità più interessanti troviamo l’introduzione del supporto per le texture virtuali, che consente di creare ambienti ancora più realistici e immersivi.

Inoltre, Unreal Engine 5.2 presenta anche un nuovo sistema di animazione basato su una tecnologia di machine learning, che permette di creare animazioni più naturali e fluide. Questo significa che i personaggi nei giochi avranno movimenti più realistici e credibili.

Un’altra novità importante è la possibilità di creare contenuti multilingue in modo più semplice e veloce, grazie all’introduzione di nuovi strumenti di localizzazione. Ciò significa che i giochi sviluppati con Unreal Engine 5.2 potranno raggiungere un pubblico più ampio a livello globale.

Unreal Engine 5.2 introduce anche un miglioramento delle prestazioni grazie all’ottimizzazione del rendering, che garantisce una maggiore fluidità nei giochi. Inoltre, questa versione introduce anche una serie di correzioni di bug e di problemi riscontrati nelle versioni precedenti.

In sintesi, Unreal Engine 5.2 è una versione molto importante e attesa, che introduce numerose migliorie e funzionalità per gli sviluppatori di videogiochi. Grazie a questa nuova versione, i giochi saranno ancora più realistici, fluidi e immersivi. Non vedo l’ora di vedere i nuovi giochi creati con Unreal Engine 5.2!

Nuove funzionalità di illuminazione e rendering

Con Unreal Engine 5.2, Epic Games ha introdotto miglioramenti significativi nel sistema di illuminazione e rendering. La nuova funzionalità chiamata Dynamic Global Illumination (DGI) permette di creare ambienti di gioco ancora più realistici, con ombre e riflessi che si adattano in tempo reale alle condizioni di luce nell’ambiente. Inoltre, grazie al Ray Tracing ottimizzato, ora potrai godere di performance migliori anche su dispositivi meno potenti.

Animazioni più fluide con Control Rig migliore

Unreal Engine 5.2 porta con sé una versione migliorata del Control Rig, lo strumento che aiuta gli sviluppatori a creare animazioni fluide e realistiche per i loro personaggi. Con questa nuova versione, potrai gestire in modo più efficiente le animazioni dei tuoi personaggi, rendendo le loro movenze ancora più naturali e credibili. Inoltre, la nuova funzionalità Animation Layering ti consentirà di sovrapporre facilmente diverse animazioni per ottenere risultati ancora più sorprendenti.

Supporto nativo per piattaforme di realtà virtuale e aumentata

Un’altra novità entusiasmante di Unreal Engine 5.2 riguarda il supporto nativo per le piattaforme di realtà virtuale (VR) e aumentata (AR). Gli sviluppatori potranno ora creare esperienze VR e AR direttamente all’interno del motore, senza dover passare per plugin esterni. Questo rende la creazione di contenuti immersivi ancora più semplice e veloce.

Miglioramenti nella gestione degli asset

Gestire gli asset all’interno dei tuoi progetti non è mai stato così semplice, grazie ai nuovi miglioramenti introdotti in Unreal Engine 5.2. Il Content Browser migliorato rende più facile trovare e organizzare i tuoi asset, mentre la nuova funzionalità Asset Bundling ti consente di raggruppare gli asset correlati per ottimizzare le performance del tuo gioco.

Conclusione:

Queste sono solo alcune delle numerose novità introdotte in Unreal Engine 5.2. Sono sicuro che, esplorando tutte queste nuove funzionalità, potrai portare i tuoi progetti di game design a un livello superiore. Non vedo l’ora di vedere cosa creerai con questo straordinario motore di sviluppo! 🌟

giovanni messina bl