UNREAL ENGINE 4: Poly Modeling, come trasformare Unreal Engine 4 in un modellatore poligonale.

Preview_006/A

Unreal Engine 4 Poly Modeling

Oggi parleremo del Poly Modeling, e della grande trasformazione di Unreal Engine 4 sotto il profilo della realizzazione di mesh statiche all’interno del motore stesso.

Attraverso questo strumento, ora sarà possibile ricreare, più o meno, qualsiasi forma geometrica all’interno di Unreal Engine 4, e, come vedremo nel video allegato, il Poly Modeling trasformerà l’ambiente di lavoro in un vero e proprio modellatore poligonale.

Ovviamente chi, come me, ha sempre un’occhio di riguardo per l’architettura (ArchViz), può risultare molto utile per la realizzazione di ambienti 3D, come vedremo nell’esempio riportato nel video seguente.

Unreal Engine 4: Il modellatore Poligonale – Il Video

La seconda parte di questo video la troverai quì

Per contattarmi, per le referenze ed altro, clicca quì

Per seguire il corso, o come sempre dico io, le nostre chiacchierate sinergiche, e creare una cerchia di contatto, supportami su Patreon. Qui troverai assets, progetti completi, utility fatte dal sottoscritto e scaricabili gratuitamente semplicemente lasciando un piccolo supporto.

Become a Patreon

giovani messina architetto

UNREAL ENGINE4: Editor Preferences / Project Setting / Static Mesh/Lightmaps

Preview_005

Lavorare in Unreal Engine 4

UNREAL ENGINE4: Editor Preferences / Project Setting / Static Mesh/Lightmaps.

Ciao, se mi stai leggendo , e sei arrivato in questa pagina, ci sarà un motivo. Magari vorrai sapere alcune cose riguardo Unreal Engine 4. In questa parte ti spiego alcune cose, basta seguirmi e guardare il video in fondo a questo articolo.

Come da titolo ti parlerò di Unreal Engine 4 in relazione ai pannelli Editor Preferences, Project Setting, Static Mesh, e l’importanza delle Lightmaps, in perticolare riferimento alla Size.

La finestra Editor Preferences viene utilizzata per modificare le impostazioni che controllano il comportamento di Unreal Editor rispetto a , finestre, controllo del codice sorgente, salvataggio automatico e altro.

Per aprire la finestra Preferenze editor, fare clic su Edit> Editor Preferences.

Il Project Setting, invece, fornisce l’accesso alle opzioni di configurazione che specificano le informazioni sul progetto e definiscono il comportamento del motore durante l’esecuzione del progetto.

Alcune di queste opzioni sono specifiche della vista “Play”, mentre altre sono più generali per quanto riguarda il motore o le piattaforme su cui stai girando.

Il Project Settings editor puoi aprirlo dal menu edit: Edit> Project Setting, o, alternativamente, dalla toolbar posta in testa alla viewport principale.

Le static Mesh sono il principale tipo di “Acor” renderizzabile da Unreal Engine.

Le Lightmaps invece riguardano la mappa dell’illuminazione che Unreal Engine ricostruisce per gli oggetti statici presenti nella scena, ed ha importanza rilevante nei meccanismi e nei modi di ragionare del software, ed in generale, dei software in realtime.

Lavorare in Unreal Engine 4-Lightmaps

Quando crei risorse per Unreal Engine 4, spesso segui il processo per impostare un UV che è disposto per le tue trame. Se il tuo progetto intende utilizzare qualsiasi forma di illuminazione, dovrai anche impostare un canale UV che memorizzi le informazioni sull’illuminazione.

Questo canale UV è chiamato Lightmap UV, che è simile a una texture UV in quanto è costituito da una griglia UV (o isole UV) che sono uniche.

Questa particolare UV viene utilizzata per conservare l’illuminazione e le informazioni sull’ombra .

Il processo di mappatura della luce è una delle aree più impegnative della creazione delle scene in Unreal Engine 4, perché, a differenza delle UV di trama, ogni faccia del modello deve avere il proprio spazio unico sulla mappa luminosa e non deve presentare facce sovrapposte.

Insomma, per meglio chiarire questi concetti ti demando al video seguente in cui potrai vedere tutte le nozioni teoriche appena descritte (a noi non piace troppo la teoria 🙂 ).

Guarda il video

Contento? Bene se la tua risposta è si, ti invito, per non perderti nesuno degli episodi su questo mondo fantastico che è Unreal Engine, a supportarmi su Patreon, ma questo fallo solo se ritieni possa servire alla tua crescita personale, lascio il pulsante di seguito.

Become a Patreon

Se invece volessi guardare alcuni dei miei progetti, e volessi attingere alle migliaia di risorse tra assets, progetti completi, corsi, utility e altro, allora puoi farti un giro sul mio mercatino di Unreal Engine 4. Basta cliccare sul pulsante sotto.

UE4 Market

Ah, dimenticavo. Non dimenticarti di iscriverti al mio canale youtube, nel caso non lo conoscessi ancora ti invito a visitarlo quì.

Invece per tornare agli articoli puoi farlo da quì.

UNREAL ENGINE4: Level Streaming Levels Esercizio Finale.

Preview_004
logo giovanni messina

UNREAL ENGINE4 Level Streaming

Level Streaming e Esercizio Finale. Il Level Streaming ti consente di separare il tuo livello in diversi blocchi o sotto-livelli. Questi livelli secondari possono quindi essere caricati e scaricati dinamicamente, in base alla posizione o manualmente tramite la programmazione. Grazie ad UNREAL ENGINE 4 e aI Level Streaming, possiamo creare un enorme mondo di gioco senza soluzione di continuità e senza superare i limiti di memoria. Talvolta, laddove abbiamo bisogno di operare delle “magie”, eh si, in Unreal Engine 4 è possibile, anzi è d’obbligo improvvisarsi maghi, è possibile richiamare parti del proprio livello presenti nella scena, ma non caricati in avvio. Non solo, questa procedura che ti mostro può trovare utilità anche in caso in cui le tue risorse hardware non sono proprio il TOP. Allora ci vengono in aiuto appunto i Level Streaming.

Tutto ciò rende possibile che i mondi vengano suddivisi in blocchi più piccoli, in modo che, solo le parti rilevanti del mondo stiano attingendo alle nostre risorse hardware e che vengano rese in qualsiasi momento. Se fatto correttamente, ciò consente la creazione di ambienti molto grandi e senza soluzione di continuità.

In questa parte parleremo anche dei livelli classici, e della loro struttura. Ricordati dell’importanza dei livelli in Unreal Engine 4. Essi ci consentono di creare una valida struttura per poi essere richiamati all’uopo attraverso la programmazione (c++ /Blueprint) e attraverso molti strumenti presenti all’interno di Unreal Engine 4.

Sei pronto ad improvvisarti mago? Bene, qualunque sia la tua risposta, se mi stai leggendo ancora, e sei arrivato in questa pagina, ho una buona probabilità che la tua risposta sia affermativa. Bene, se così, tutto ciò che devi fare è mettere in play il video sotto.

Link utili:

Unreal Engine 4

Blender

Home

Marketplace UE4 dell’autore:

UE4 Market

UNREAL ENGINE4: Gruppi Gerarchie Layers

Preview_003
logo di giovanni messina

Gruppi, Gerarchie, Layers.

Gruppi Gerarchie Layer. Lo so, sei ansioso e vorresti arrivare subito alle parti “godibili” di Unreal Engine, ricordati che alla base dell’apprendimento del software c’è il “capire” come esso ragiona. Credimi, una volta fatto questo, sei a metà dell’opera. I software ragionano? Bene, che tu lo creda o no, la risposta è si. Essi non ragionano secondo una curva e con un impostazione variabile, ma in modo lineare, ed è per questo che puoi entrare più facilmente nella propria psiche, rispetto, ad esempio, ad un umano. Sono macchine programmate a ragionare in un certo modo. Devi fare un lavoro da Psicologo insomma. Una volta entrati nella testa di questi esseri, sarà molto più facile ripercorrerne l’intero progesso cognitivo. In questa parte oltre ad altri elementi che compongono l’interfaccia, ti parlerò di: Gruppi, Gerarchie, Layers.

L’intercapedine di accesso che ti porta alla “coscienza” di queste macchine, talvolta può essere stretta e non sempre è possibile entrarci fin da subito, occorre spalare e allargarla, insomma, occore lavorare.

Gruppi, Gerarchie, Layers.

Bene, quello che andremo a vedere in questa fase in realtà, non sono solo gli argomenti posti in testa al titolo, ma andremo a continuare il lavoro di apprendimento del software.

Io inizierei, tu sei pronto? Se sei quì vuol dire che di certo non sei venuto a pettinare le bambole, quindi clicca sul video che trovi in seguito per iniziare.

Nel caso volessi seguire tutti gli episodi, e trovassi queste “chiacchierate” di tua utilità, allora supportami su Patreon cliccando sul pulsante sotto.

Become a Patreon

Link utili:

Unreal Engine 4

Blender

Home

Marketplace UE4 dell’autore:

UE4 Market

Unreal Engine 4. Interfaccia Grafica Unreal Engine.

Parte 002/B

L’interfaccia Grafica di Unreal Engine 4

giovannimessina logo

In questa parte inizieremo a muovere i primi passi in Unreal Engine 4, e, nello specifico, andremo ad analizzare l’interfaccia grafica di Unreal Engine 4. Prima completeremo la parte relativa alla importazione e alla esportazione verso Unreal, e poi andremo a dare uno sguardo all’interfaccia grafica.

Molto spesso, ma questa è una cosa comune a molti software, entrando in Unreal Engine 4 per la prima volta, si potrebbe avere un senso di “Agorafobia”, spaesatezza, ma questo accade in genere solo prima di aver capito quanto potente e flessibile invece sia l’interfaccia dello stesso.

L’interfaccia grafica di Unreal Engine 4 è suddivisa in blocchi ben definiti, nella fattispecie andremo ad analizzare i pannelli di default caricati da Unreal, la flessibilità dell’interfaccia permette di creare diversi layout per poter meglio organizzare il lavoro. Andremo ad esaminare tutta l’area di lavoro, dal Content alla Viewport centrale, cuore dell’azione presente in Unreal Engine.

Sei pronto per questo episodio? Ebbene allora rilassati e ti consiglio di guardarti questo video, almeno la prima volta, come se fossi al cinema. Avrai tempo per esercitarti.

Tutto quello che devi fare è mettere in play il video seguente.

Bene ricordati, nel caso ritenessi utili i miei video, che per avere accesso a tutti gli episodi, e per poter attingere alla enorme quantità di risorse tra Progetti completi, Assets, Corsi e Utility realizzate da me, di venirmi a trovare su Patreon, se non sai cos’è Patreon fatti un giro qui: Supportami su Patreon

Per iscriverti a Patreon clicca sul pulsante che vedi a seguire.

Become a Patreon

Per passare alla prima parte di questo video clicca a seguire. 002/A

Unreal engine 4 italiano: dalle basi al livello avanzato

Preview_002_A

Unwrapping del modello organico.

Dopo alcune richieste pervenute sul canale Youtube, prima di esplorare l’interfaccia, andremo a fare un’ulteriore esempio di UNWRAPPING, su una superfice più complessa. Utilizzeremo sempre BLENDER. Ricordati che i video che vedrai allegati ai post ti guideranno passo dopo passo nel mondo di Unreal engine 4, dalle basi al livello avanzato, e ti consentiranno di esplorare, in modo trasversale, questo mondo fantastico. Ricordati che queste “chiacchierate” che ci faremo, le andremo, a livello di esercitazione, ad orientare alla architettura e alla creazione di ambientazioni interattive in generale. Sei pronto? Bene in caso di risposta affermativa tutto ciò di cui hai bisogno è restare qui, scorrere questo articolo, e recarti sui video relativi.

a cura di giovanni messina

Unwrapping del modello organico.

Unreal Engine Creator

EPISODIO 002

Bisogna sempre ricordarsi che l’operazione di unwrapping sta alla base della corretta importazione dei modelli in Unreal Engine 4.

Faremo l’Unwrapping di un modello ovoide, trattando cosi una superfice più organica.

Ricordati che avrai bisogno di un software 3d di terze parti in questo esempio. Per questioni pratiche, e, per il fatto di essere completamente liberi, utilizzeremo solo software open source .

Nel caso tu ancora non lo avessi fatto, ti lascio i link qui sotto, potrai scaricarli gratuitamente. Scarica le ultime versioni disponibili e non avrai problemi nel seguire tutto il corso.

Unreal Engine 4

Blender

Sei pronto? Se avrai un pò di pazienza ti spiegherò tutto Qui:

La prima parte la trovi qui: Prima Parte.

Se invece vuoi visualizzare la parte B di questo video vai qui: Parte B

Ricordati che se vuoi seguire tutti gli episodi in chiaro basta far parte della cerchia di Patreon, un sistema di Croudfounding, che, permette a questo spazio di alimentarsi e pubblicare sempre più contenuti.

Non sai cos’è patreon? Guarda questo video e te lo spiego:

Vuoi seguire tutti gli episodi? Clicca sul pulsante sopra.

Unreal Engine 4, dalle basi al livello avanzato per Architettura.

Corso Unreal Engine Italiano

Importare il primo modello 3d in Unreal Engine 4/ Il cubo.

Unreal Engine 4, dalle basi al livello avanzato per Architettura. Importare il primo modello 3d

Sei interessato ad apprendere le nozioni dalle basi di Unreal Engine 4 ? Sei nel posto giusto. Come sempre cercheremo di orientare le nostre chiacchierate all’architettura, quindi privilegeremo questo campo, ma, in realtà, cercheremo di affrontare l’argomento Unreal Engine in modo trasversale, fino a creare un esempio pratico completo. Cosa intendo? Innanzitutto che faremo tutto di pancia, senza schemi predefiniti, e voi stessi, nel caso in cui mi dovessese sfuggire qualcosa, ad interagire e integrare secondo le vostre esigenze.

Unreal Engine è un software in continua evoluzione, e voglio sia chiaro che, queste chiacchierate non vogliono rappresentare un “CORSO”, ma una interazione che, se vogliamo, va oltre le classiche nozioni che è possibile apprendere attraverso esso.

Gli episodi. In sintesi.

  • Epic games, installazione, interfaccia e prima importazione fbx.
  • Muoversi nella viewport, shortcuts, realizzare un livello da zero.
  • Analisi in dettaglio del World Outliner, layer, Geometrie e gerarchie.
  • il pannello levels e il level streaming
  • I fondamentali per l’archviz Visualizzazione Architettonica (lightmass, portal lightmass, reflections)
  • Blueprint e Level Blueprint nozioni generali
  • La mappa di illuminazione e l’importanza della size.
  • Cosa determina la qualità finale del progetto Architettonico in Unreal Engine 4
  • Blueprint (Scripting visivo) le basi, variabili, funzioni, construction script structures, enumeration, grab ojects….Widget Menu L’interfaccia Widget
  • La base dei materiali. (Relazione Padre/Figlio)materiali trasparenti, specchio, emissivi esempio completo tv screen realistico con emissione glow nell’ambientele collisioni
  • Il gamemode in architettura (Personaggio umanoide per l’archviz)
  • Il Sequencer per creare un’animazione Architettonica
  • I materiali speciali
  • Landscape, materiali landscape, vertex paint
  • Esempio pratico completo
  • Il file Datasmith
  • Considerazioni sul modello usato
  • Elaborazione del progetto
  • Programmazione Blueprint- Actor, Accendere spegnere lampada, aprire e chidere porte (Timeline e Sequencer) Come cambiare i materiali al pavimento e ai muri con un click, cambiare la geometria con un click, scalare muovere e ruotare oggetti con uno slider, UMG, cambiare le viste con blending, walk mode e view mode, tanto tanto altro….(Nel momento in cui scrivo non mi viene in mente 🙂 )
  • Pacchetto finale Windows
    Prossimamente …. Corso per dispositivi android, e visori VR
    Grazie
    architetto giovanni messina

Per passare alla parte 002 clicca quì Parte 002

Se invece sei veramente interessato all’argomento e intendi attingere a risorse, progetti completi, tool, assets e tutto il corso senza perderti nessun episodio allora clicca sul pulsante sotto:

Become a Patreon

Se vuoi invece sbirciare tra le mie cose puoi andare in questa sezione Chi Sono

Questo è il primo episodio, inizieremo a muovere i primi passi, e ad importare il primo modello in Unreal Engine 4. Faremo un semplice UNWRAPPING di un cubo utilizzando solo software Open Source, come appunto Unreal Engine, e Blender.